Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un’estate al Farnese e al Daturi tra musica, danza, cinema e teatro: «Ripartiamo, c’è voglia di cultura»

Presentata la rassegna da cento appuntamenti in programma da giugno a settembre al Farnese e all'arena Daturi. Non mancheranno nomi celebri e amatissimi nel panorama artistico italiano

Il cortile monumentale di Palazzo Farnese sarà la scenografia, sotto il cielo stellato, della prima edizione di #EstateFarnese, che vedrà alternarsi dal 10 giugno al 13 settembre spettacoli, concerti, danza, prosa, lirica e teatro, oltre al cinema all'Arena Daturi. La rassegna, promossa dall’assessorato alla Cultura dal Comune di Piacenza in collaborazione con la Fondazione Teatri di Piacenza e con il contributo di Iren, proporrà un centinaio di eventi e coinvolgerà oltre trenta realtà artistiche del territorio, con l'obiettivo di sostenere un settore duramente colpito dalla crisi pandemica, valorizzando le sinergie tra associazioni e offrendo, a un pubblico ampio e composito, opportunità di intrattenimento adatte a tutte le fasce d'età e a sensibilità diverse.

Alcuni appuntamenti saranno ad ingresso gratuito, altri prevedono un biglietto che contribuirà a sostenere i costi di realizzazione dello spettacolo. La biglietteria serale sarà operativa a Palazzo Farnese per due ore, nel giorno dell'evento, da tre ore prima a un'ora prima dell'inizio della rappresentazione. In alternativa, è possibile rivolgersi alla biglietteria di Teatro Gioco Vita, in via San Siro 9, aperta da mercoledì a sabato dalle 10 alle 13 (tel. 0523-3315578, bigliette-ria@teatrogiocovita.it).

Non mancheranno nomi celebri e amatissimi nel panorama artistico italiano: dalle note di Morgan ad Alice, straordinaria interprete del repertorio di Franco Battiato, dalla voce iconica di Cristina D'Avena a quella cristallina di Antonella Ruggiero, dall'intensità di Stefania Rocca alla comicità di Debora Villa. Ci saranno rassegne tematiche e collaborazioni preziose con storiche manifestazioni culturali del territorio: dal Festival di Veleia, con collegamento in diretta in occasione del-le Giornate europee dell'Archeologia, alla partecipazione artistica del Festival “Dal Mississippi al Po” con la rassegna “Klimt's Ladies” ideata da Fedro.

Si spazierà, poi, dal tributo ad Ennio Morrione alla “Tosca” pucciniana, dalle canzoni della tradizione piacentina al tango, da “L'alfabeto delle emozioni” di Stefano Massini (proposto da Teatro Gioco Vita) al nuovo spettacolo dei Manicomics (“Stralunà”). Attesissima anche la stagione del Cinema all'aperto nella cornice dell'Arena Daturi, gli storici giardini di Palazzo Farnese, apertura il 27 giugno con il pluripremiato “Volevo nascondermi” di Giorgio Diritti, che affida al talento di Elio Germano la storia dell'artista e uomo Ligabue. In cartellone i titoli più recenti nelle sale, ma anche opere prime, la rassegna dedicata ai film di Wong KarWai e gli ultimi lavori di Pupi Avati e David Fincher, oltre a documentari di autori piacentini e al lungometraggio in cui Paola Cortellesi interpreta Nilde Iotti. A caratterizzare #FarneseEstate sarà anche lo spazio dedicato a sodalizi artistici, compagnie teatrali, scuole di musica e danza del territorio, che avranno a disposizione un palco d'eccezione nella cornice della vignolesca mole.

Le motivazioni nelle parole del sindaco Patrizia Barbieri: “Abbiamo ritenuto importante garantire, ai tanti concittadini che quest'anno non potranno spostarsi per le vacanze, un'offerta culturale di qualità, che rappresentasse al tempo stesso l'occasione per promuovere ulteriormente le eccellenze di Piacenza tra le province e regioni limitrofe. Partecipando agli eventi, inoltre, ciascuno di noi potrà supportare il comparto dello spettacolo e l'attività delle realtà locali, ricordando sempre che dietro i riflettori c'è la competenza e la passione di tecnici e maestranze”.

L'Amministrazione comunale si è fatta carico, a fronte di un contributo simbolico da parte delle realtà coinvolte, degli aspetti logistici, tecnici, di gestione e promozione degli eventi, nel rispetto di tutte le normative anti Covid, nell'intento di dare un concreto segnale di attenzione nei confronti del tessuto culturale e associativo del territorio. Fondamentale il sostegno di Iren, che sottolinea la vicinanza al territorio e alle sue iniziative, sostenendo la città, anche in questa occasione, come segno tangibile della propria presenza sul territorio e supporto alle attività legate alla ripartenza dopo la pandemia. “Per noi – concludono il sindaco Patrizia Barbieri e l'assessore alla Cultura Jonathan Papamarenghi – la realizzazione di questo cartellone intenso e ricco di sorprese non è un traguardo, ma un nuovo inizio: #EstateFarnese sarà anche un simbolo di rinascita, da tutti lungamente attesa”.

Si parla di

Video popolari

Un’estate al Farnese e al Daturi tra musica, danza, cinema e teatro: «Ripartiamo, c’è voglia di cultura»

IlPiacenza è in caricamento