rotate-mobile
Eventi

Val Tidone Festival, sedici concerti e tanto altro per la XXIV edizione

Si terranno in location particolarmente interessanti dal punto di vista storico, architettonico o naturalistico i concerti del Val Tidone Festival, giunto alla XXIV edizione. Il via venerdì 1° luglio a Trevozzo con un festoso evento di inizio Festival

Val Tidone Festival 2022: una manifestazione allargata a tutta la vallata nel nome della contaminazione artistica, con grandi nomi come Sergej Krylov, Michail Lifits, Pasquale Iannone, Carlo Guaitoli e Lamberto Curtoni per la classica; voci del calibro di Ron, Chiara Civello, Simona Bencini, Peppe Servillo e Paola Folli; l’Otello dalla parte di Cassio di Alessandro Preziosi; i funambolici Luca Bassanese e Matthew Lee; l’omaggio a Frida Kahlo di Israel Varela con Karen Lugo e Rita Marcotulli; il chitarrista olandese Stochelo Rosenberg, i sassofonisti Javier Girotto, Tim Garland e tanti altri.

Il cartellone principale del Val Tidone Festival, artisticamente diretto da Livio Bollani, consta quest'anno di 16 concerti, con il coinvolgimento di dieci Comuni della Val Tidone (Alta Val Tidone, Borgonovo Val Tidone, Calendasco, Castel San Giovanni, Gazzola Gragnano Trebbiense, Piozzano, Rottofreno, Sarmato e Ziano Piacentino), oltre che della città di Piacenza.

Gli spettacoli si svolgeranno in luoghi di particolare interesse storico, architettonico e naturalistico della vallata.

Venerdì 1° luglio la rassegna partirà da Trevozzo con un festoso evento di inizio Festival, il “concerto pop” dell’Orchestra dei Colli Morenici diretta da Nicola Ferraresi. In programma successi del repertorio pop e pop-rock dagli anni Ottanta ai giorni nostri, affidati alla voce della cantante bresciana Bruangel.

Nel nome di una colta rivisitazione della “festa di piazza” anche il concerto del giorno successivo, sabato 2 luglio, a Calendasco, con Luca Bassanese e la Piccola Orchestra Popolare. Uno show unico nel suo genere, una miscela di musica popolare con ritmi sfrenati e influenze electro-balkan. Un concerto per chi ha gambe e cuori allenati, dove il pubblico si ritrova catapultato dentro ad un incredibile circo, fatto di allegria, canzoni, poesia e voglia di ballare.

Mercoledì 6 luglio a Sarmato, davanti alle mura del millenario castello, sarà la volta di uno degli ospiti più attesi del Val Tidone Festival 2022, la cantautrice Chiara Civello che con il suo quartetto presenterà il progetto “Chansons”, una tracklist di brani classici dal 1945 al 1975 di autori francesi, da Michel Legrand a Charles Aznavour, da Charles Trénet ad Édith Piaf. 

Sabato 9 luglio ritrovo in Piazza Madonna a Pianello Val Tidone per una serata a tutto rock’n roll con Matthew Lee e la sua Band. Matthew Lee è un carismatico performer, compositore, cantante e pianista dall’acceso virtuosismo, crooner unico nel panorama nazionale, capace di rivisitare ogni pezzo in chiave rock. Rappresenta l’orgoglio dello spirito rock’n’roll e swing, nonché della canzone d’autore italiana ispirata al mondo degli anni Cinquanta a stelle e strisce.

Quella di RON è una delle carriere più importanti del panorama italiano, con un repertorio ricchissimo e tra i più belli della nostra musica cantautorale, di cui è protagonista indiscusso. A Castel San Giovanni lunedì 11 luglio RON si esibirà con la Ensemble Symphony Orchestra diretta da Giacomo Loprieno in un grande concerto rientrante nel tour celebrativo dei 50 anni di carriera, “Non abbiam bisogno di parole”. In programma i suoi successi e anche parte delle canzoni scritte per Lucio Dalla, di cui quest’anno ricorre il decimo anniversario della scomparsa.

“Canti della perdita e della rinascita”, in programma giovedì 14 luglio al Castello di Santimento, è un’opera da camera di Lamberto Curtoni. Il lavoro si sviluppa attorno ai versi e alla prosa di Pierpaolo Perotti, un giovane poeta autistico. Pierpaolo affida la sua voce alla sua scrittura, la poesia è il suo modo di essere e di esprimersi, è la sua più grande passione e il suo modo di vedere e di stare nel mondo. La drammaturgia musicale che Curtoni ha creato e sviluppato nasce dalla volontà di far cambiare il punto di vista (e di ascolto) allo spettatore per cercare di immedesimarlo nell’atto creativo di Pierpaolo, di fargli percepire il mondo come lui stesso lo vede.

Dopo quattro giorni di audizioni (14/17 luglio), domenica 17 luglio alle ore 19.15 al Teatro Verdi di Castel San Giovanni si terrà il Gala dei vincitori dei Concorsi Internazionali di Musica della Val Tidone e verrà decretato il vincitore del Premio “Enrica Prati”, intitolato alla memoria dell’editrice di Libertà. Otello, una delle più note opere di William Shakespeare, è la tragedia della gelosia, strumento che il perfido Iago utilizza per corrompere l’animo di Otello insinuando in lui il sospetto che la dolce Desdemona lo abbia tradito con il fido Cassio.

Guidati dalla voce di Alessandro Preziosi e dalle note di Carlo Guaitoli (pianoforte e live electronics) a Gragnano Trebbiense, nel giardino di Villa Marchesi, martedì 19 luglio rivivremo, grazie ad un innovativo spettacolo, il dramma di Otello dall’inedito punto di vista di Cassio.

Domenica 24 luglio il Festival tornerà in Val Luretta, davanti al Municipio di Piozzano, con l’Iguazù Acoustic Trio – nome che richiama le cascate al confine tra Brasile e Argentina e che rimanda alla passione dei membri della band per le sonorità del Sud America (Salsa, Tango, Bossanova e Samba) – che incontra la voce di Paola Folli in un progetto in sospeso tra tradizione e modernità, solidità e innovazione, eleganza e potenza.

“Frida en Silencio”, portato in scena martedì 26 luglio nel cortile dell’ex convento di Santa Chiara a Piacenza, è il nuovo ed emozionante spettacolo del batterista e percussionista messicano Israel Varela, confluito nell’omonimo disco dove musica, poesia e danza si fondono. Un’introspezione nella vita della rivoluzionaria pittrice messicana Frida Kahlo attraverso la musica di Israel Varela. Con lui, un quintetto stellare composto da Karen Lugo, ballerina di flamenco tra le più acclamate al mondo, dalla cantante Serena Brancale e da altri due protagonisti della scena jazz internazionale come Rita Marcotulli e Ares Tavolazzi.

Nel mondo Manouche i musicisti di rilievo che hanno raccolto l’eredità di Django sono tanti ma, proprio come il Padre di tutti, i più grandi basta menzionarli solo per nome: se si dice “Stochelo” si sa che si sta parlando di Stochelo Rosenberg, chitarrista manouche olandese tra i più celebrati di tutti i tempi. Con lui, mercoledì 27 luglio a Seminò, Salvatore Russo alla chitarra e Camillo Pace al contrabbasso.

Simona Bencini non si può definire una cantante jazz tout court, ma una cantante duttile che ha fatto della contaminazione e della trasversalità la sua cifra stilistica: dal soul-funk dei Dirotta su Cuba alla canzone d’autore di Pacifico ed Elisa, dal jazz di Stefano Bollani allo swing della Parco della Musica Jazz Orchestra. Accompagnata da Lmg 4tet, quartetto pugliese con il quale aveva registrato il suo primo disco jazz “Spreading love”, sabato 30 luglio Simona Bencini sbarca al Castello di Castelnovo Val Tidone con “Unfinished”, album di jazz songs inedite terminato durante il lockdown del 2020.

Tim Garland ed il Trio dell’eclettico pianista abruzzese Michele di Toro saranno protagonisti del successivo concerto, in programma mercoledì 3 agosto a Campremoldo Sotto, frazione di Gragnano Trebbiense.
Garland, sassofonista, compositore e bandleader britannico – big della musica internazionale per la prima volta al Val Tidone Festival – è stato per anni musicista-collaboratore e coautore di Chick Corea. Grammy Award per le sue orchestrazioni di “The New Crystal Silence” di Corea e musicista inglese dell’anno nel 2006, ha ricevuto numerosi premi dalla BBC.

Nel dare vita a un programma musicale dedicato a Lucio Dalla, il trio dall’ormai lungo affiatamento formato dalle superstar Peppe Servillo, Javier Girotto e Natalio Mangalavite non poteva scegliere titolo più consono di “L’anno che verrà”: visto il periodo che stiamo attraversando, i tre musicisti vogliono augurarci davvero che “sarà tre volte Natale e festa tutto l’anno”, come recita la celeberrima canzone di Dalla. Lucio Dalla sapeva indagare il futuro con le sue canzoni da profeta ed ha sempre intercettato il comune sentire traducendolo in forma poetica e popolare, e le sue grandi doti di interprete hanno contribuito non poco a questo risultato. Il Val Tidone Festival ha deciso di omaggiare Lucio Dalla a Pecorara venerdì 5 agosto con uno spettacolo che sta riscuotendo successi in tutta Italia.

Il Castello di Rivalta è uno dei luoghi simbolo del piacentino, una nuova location per il Val Tidone Festival dove verrà organizzato un evento straordinario: il concerto di anteprima dei festeggiamenti per i 25 anni del progetto-musica della Val Tidone, che proseguiranno per tutto il 2023. Protagonisti del concerto di domenica 28 agosto due musicisti simbolo dei due pilastri su cui si poggia il nostro progetto, Val Tidone Festival e Concorsi Val Tidone: il grande violinista Sergej Krylov e il pianista Michail Lifits, Premio Bengalli 2003 e Premio Busoni 2009, oggi professore alla Musikhochschule di Weimar.

Tradizionale passaggio di testimone tra il Val Tidone Festival e la stagione musicale del Teatro Municipale sabato 1° ottobre, con il concerto coprodotto da Fondazione Val Tidone Musica e Fondazione Teatri di Piacenza che quest’anno vedrà protagonista il pianista Pasquale Iannone. Iannone ha suonato sia in recital che con orchestra per le più importanti Società concertistiche in Italia e nel mondo. Insignito del Premio Foyer 2005 al Teatro dell’Opera di Roma, viene invitato nelle giurie dei più importanti concorsi ed è un docente apprezzato a livello internazionale.

PROGRAMMA

ALTA VAL TIDONE, LOC. TREVOZZO – PIAZZA GIOVANNI XXIII - (Venerdì 1 luglio) ore 21
 Festa di apertura del Val Tidone Festival
Orchestra dei Colli Morenici diretta da Nicola Ferraresi nel Concerto Pop "A Symphonic Project"
Bruangel (voce)

CALENDASCO – PIAZZA DEL CASTELLO (Sabato 2 luglio)
Luca Bassanese e la piccola Orchestra Popolare

SARMATO – PIAZZA ROMA (Mercoledì 6 luglio)
Chiara Civello Quartet in "Chansons"

PIANELLO V.T. – PIAZZA MADONNA (Sabato 9 luglio)
Matthew Lee Band
Swing, Rock & Love

CASTEL SAN GIOVANNI – PIAZZA XX SETTEMBRE (Lunedì 11 luglio)
RON 50 – Tour per i 50 anni di carriera
Ensemble Symphony Orchestra diretta da Giacomo Loprieno

ROTTOFRENO – CASTELLO DI SANTIMENTO (Giovedì 14 luglio)
Canti della Perdita e della Rinascita
Opera da camera di e con Lamberto Curtoni e Testi di Pierpaolo Perotti

CASTEL SAN GIOVANNI – TEATRO VERDI (Domenica 17 luglio)
Gala dei vincitori dei Concorsi Val Tidone Premio Enrica Prati

GRAGNANO TREBBIENSE – VILLA MARCHESI (Martedì 19 luglio)
Alessandro Preziosi (voce recitante) Carlo Guaitoli (pianoforte ed elettronica) Otello dalla parte di Cassio

PIOZZANO – PIAZZA DEI TIGLI (Domenica 24 luglio)
Iguazù Acoustic Trio & Paola Folli

PIACENZA – CORTILE SANTA CHIARA (Martedì 26 luglio)
Frida en Silencio
Israel Varela (percussioni) Karen Lugo (ballo flamenco) Serena Brancale (voce)
Rita Marcotulli (pianoforte) Ares Tavolazzi (contrabbasso)

ZIANO PIACENTINO – PIAZZA ALTA (Mercoledì 27 luglio)
Stochelo Rosenberg & Salvatore Russo Trio in Gipsy Night

BORGONOVO V.T. – CASTELLO DI CASTELNOVO VAL TIDONE (Sabato 30 luglio)
Simona Bencini & Lmg 4tet in Unfinished

GRAGNANO, LOC. CAMPREMOLDO SOTTO – CASTEL MANTOVA (Mercoledì 3 agosto)
Tim Garland (sassofono) Michele Di Toro (pianoforte) Trio feat Yuri Goloubev (contrabbasso) e Marco Zanoli (batteria)

PECORARA – PIAZZA XXV APRILE (Venerdì 5 agosto)
“L’anno che verrà” – Tributo a Lucio Dalla
Peppe Servillo (voce)
Javier Girotto (sassofono)
Natalio Mangalavite (pianoforte)

GAZZOLA – CASTELLO DI RIVALTA (Domenica 28 agosto)
Concerto di anteprima per i 25 anni del Val Tidone Festival
Sergej Krylov (violino)
Michail Lifits (pianoforte)

PIACENZA – TEATRO MUNICIPALE (Sabato 1° ottobre)
Pasquale Iannone (pianoforte)

Tutti i concerti sono ad ingresso gratuito sino ad esaurimento dei posti disponibili, eccetto lo spettacolo del 1° ottobre. L’accesso agli spettacoli avverrà nel rispetto della normativa anti-Covid vigente. In caso di rinvio per maltempo a data da destinarsi, la nuova data verrà comunicata sul sito internet e attraverso i canali Social della Fondazione Val Tidone Musica e i media. Fino a 30 minuti prima del concerto l’ingresso e la scelta dei posti saranno riservati a coloro che abbiano preventivamente prenotato sul sito internet www.valtidonefestival.it.

CONCORSI INTERNAZIONALI DI MUSICA DELLA VAL TIDONE – I Concorsi Internazionali di Musica della Val Tidone 2022 si svolgeranno a Castel San Giovanni dal 14 al 17 luglio e vedranno la partecipazione di oltre 250 giovani musicisti da tutto il mondo. I Concorsi banditi sono tre: Premio pianistico “Silvio Bengalli” (esecuzione pianistica); Concorso a categorie per giovani talenti “Val Tidone” (sezioni Pianoforte, Archi e Musica da camera); Concorso di composizione “Egidio Carella”. Riguardo ai membri delle giurie dell’edizione 2022, un parterre de rois di concertisti in carriera, da ricordare alcuni nomi su tutti: i pianisti Peter Donohoe (vicepresidente del Conservatorio di Birmingham), Gabor Farkas (capo dipartimento di pianoforte all’Accademia Liszt di Budapest), Ayami Ikeba (capo dipartimento di pianoforte all’Università di Graz), Michail Lifits (professore alla Musikhoschule di Weimar), Roberto Prosseda (professore al Conservatorio di Rovigo), Natalia Trull (professore al Conservatorio Tchaikovsky di Mosca), Piero di Egidio (professore al Conservatorio di Monopoli), Ratko Delorko (professore alla Musikhochschule di Francoforte), Siro Saracino (professore al Conservatorio di Darfo Boario Terme); i compositori Fabio Vacchi, Giuseppe Colardo e Oscar Van Dillen (professori alla Scuola di musica di Fiesole, al Conservatorio di Milano e al Conservatorio di Rotterdam); il fagottista Pavel Ionescu (direttore artistico della Filarmonica “M. Jora” di Bacau), il contrabbassista Leonardo Colonna (già primo contrabbasso dei Solisti Veneti e professore al Conservatorio di Piacenza), i violinisti Elena Boselli, Dmitri Chichlov e Georgy Levinov (professore alla Scuola Centrale di Musica di Mosca), il direttore artistico della Fondazione Val Tidone Musica Livio Bollani (professore al Conservatorio di Catanzaro). Pianista accompagnatore ufficiale dei Concorsi Val Tidone, Andrea Zani.

Le fasi conclusiva dei Concorsi Internazionali di Musica della Val Tidone 2022 verranno trasmesse in diretta streaming sul canale YouTube della Fondazione Val Tidone Musica. Gala dei vincitori domenica 17 luglio alle ore 19.15 al Teatro Verdi di Castel San Giovanni. Nell’occasione verrà assegnato anche il Premio “Enrica Prati” ad un pianista scelto dal pubblico tra i tre meglio classificati nel Premio pianistico “Silvio Bengalli”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Val Tidone Festival, sedici concerti e tanto altro per la XXIV edizione

IlPiacenza è in caricamento