A casa di Maria Luigia. Visita guidata a Palazzo Mandelli

Mercoledì 12, sabato 15 e sabato 22 settembre nonchè sabato 6 ottobre visite guidate a Palazzo Mandelli a cura dello storico dell'arte Alessandro Malinverni. Il 12 settembre alle ore 16 anche una conferenza introduttiva

Riprenderanno a settembre le aperture straordinarie di Palazzo Mandelli, sede della filiale piacentina della Banca d’Italia. Organizzate dalla banca stessa e curate dallo storico dell’arte Alessandro Malinverni, conservatore del Museo Gazzola di Piacenza, le visite si terranno il 15 e il 22 settembre e il 6 ottobre, con due turni: alle 9.30 e alle 11.00.

Saranno precedute da una conferenza a tre voci mercoledì 12 settembre, alle ore 16.00: la direttrice della filiale, Carmela Lanza, parlerà della Banca d’Italia nel regale Palazzo Mandelli, mentre Malinverni, con Carlo Mambriani, ordinario di storia dell’architettura presso l’Università degli Studi di Parma, tratterà delle Residenze di Maria Luigia. Al termine della conferenza si terrà una visita guidata speciale a due voci.

Palazzo Mandelli fu la residenza ufficiale di Maria Luigia Piacenza, dal 1816. Non potendo occupare né Palazzo Madama né Palazzo Farnese, ormai inutilizzabili, la duchessa fu ospite del marchese Bernardino Mandelli, l’uomo più ricco della città, attivissimo nella beneficenza agli infermi e nel sostegno agli artisti, definito da Pietro Giordani l’«unico Signore che in Piacenza unisca a grande nobiltà e ricchezza un animo veramente signorile, un ingegno elevato e coltissimo, innamorato d’ogni cosa bella, e appassionato ad ogni genere di beneficenza».

Dell’interno del palazzo all’epoca di Maria Luigia esiste una raffigurazione, “scoperta” da Malinverni: un acquerello, conservato a Parma presso il Museo Glauco Lombardi, e ritenuto sino a poco tempo fa una “sala di soggiorno” del distrutto palazzo ducale di Parma, raffigura secondo Malinverni una delle sale dell’appartamento piacentino della duchessa, precisamente la sala della musica.

La partecipazione alla conferenza e alle visite è gratuita. La prenotazione è però obbligatoria, all’indirizzo mail palazzomandelli@libero.it (indicare nome, cognome, luogo e data di nascita di ogni partecipante).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

Torna su
IlPiacenza è in caricamento