menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

«Sostenibilità della gestione forestale e tracciabilità della lavorazione del legno»

Sottoscritto a Ferriere un protocollo d'intesa tra il locale Consorzio dei Comunelli presieduto da Giovanni Cavanna e il Consorzio delle Comunalie Parmensi rappresentato da Pierluigi Ferrari

Sabato 25 luglio a Ferriere, nel corso di un convegno aperto dal consigliere comunale senatore Antonio Agogliati, è stato sottoscritto un Protocollo d'intesa tra il locale Consorzio dei Comunelli presieduto da Giovanni Cavanna ed il Consorzio delle Comunalie Parmensi rappresentato da Pierluigi Ferrari. Nell’occasione è stata presentata la “Certificazione di Gestione Forestale Sostenibile (PEFC)” ottenuta dal Consorzio dei Comunelli. Si tratta di un sistema trasparente di valutazione della sostenibilità della gestione forestale unita alla tracciabilità di tutte le fasi di lavorazione del legno: dal taglio dell’albero al prodotto finito garantendo che i legnami non provengono da abbattimenti illegali e lavorati in una azienda che possiede e utilizza meccanismi di sicurezza. I parametri e le regole della Certificazione, tutelano la biodiversità degli ecosistemi forestali; prevedono il taglio delle piante rispettando il naturale ritmo di crescita della foresta, il rimboschimento, l’habitat per animali e piante e la funzione protettiva nei confronti dell’acqua del terreno e del clima.

Su questi temi, hanno ragionato i tecnici del settore: Antonio Mortali, Riccardo Simonelli,  Antonio Brunori e Sandro Piva per la Provincia di Piacenza.

E’ intervenuto anche Luca Pereno di Leroy Merlin Italia con la quale il Consorzio dei   comunelli di Ferriere ha stipulato un accordo di fornitura di “legna certificata” destinata ai punti vendita di Piacenza e Pavia.

Interesse anche per  la Certificazione IGP del “Fungo di Borgotaro” del Consorzio delle Comunalie Parmensi la cui promozione ha portato anche un'azione di marketing territoriale e manifestazioni turistiche con decine di migliaia di presenze. Risultato: incremento delle vendite di poderi e rustici, con conseguente beneficio per territori agricoli altrimenti destinati all'abbandono.

Simona Caselli - Assessore Agricoltura, caccia e pesca Regione Emilia Romagna - ha sottolineato l'esigenza di lavorare sulla sostenibilità ecologica e ambientale, coscienti degli indotti economici  e sociali: “la protezione della montagna passa anche attraverso la creazione di posti lavoro che contrastano lo spopolamento”.
Questo di Ferriere, ha detto l’on. Paola De Micheli in chiusura di convegno, è un progetto molto positivo perché riesce a valorizzare concretamente le risorse del territorio; supera la propensione al protezionismo esasperato e individua nel concetto di Sostenibilità ambientale la capacità di mantenere qualità e riproducibilità delle risorse naturali e nella Sostenibilità economica e sociale la capacità di generare reddito e lavoro per il sostentamento della popolazione. C'è una nuova attenzione – ha assicurato - intorno all'Alta Valnure.

Carta d’identità dei comunelli di Ferriere

Il Consorzio Agro-Forestale dei Comunelli di Ferriere è costituito esclusivamente da proprietà collettive per un totale di 5119,39 ettari. Di queste, poco meno del 90% sono occupate da bosco, la restante quota parte in maggioranza da prati e pascoli. Tali superfici, in veste della loro natura, sono tendenzialmente accorpate. Nel totale i Comunelli associati sono 19; ricadono interamente nel territorio del Comune di Ferriere, nel settore sud-orientale della Provincia di Piacenza. Tra le tipologie forestali all’interno del comprensorio gestito, sono presenti aceri-faggeti, arbusteti misti, boscaglie di maggiociondolo, boschi artificiali di conifere, boschi e boscaglie di neoformazione, boschi ripariali. L’area del Consorzio è interessata in toto dalla riserva di raccolta funghi.

100_2911-2 100_2913-2 1Cavanna e-2 100_2918-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    In futuro vaccinazioni anche a Bobbio e a Bettola

  • Cronaca

    Case di riposo, quaranta ospiti in tutto il Piacentino rifiutano il vaccino

  • Cronaca

    Covid-19: nel Piacentino 77 nuovi casi e sette decessi

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Case di riposo, quaranta ospiti in tutto il Piacentino rifiutano il vaccino

  • Cronaca

    In futuro vaccinazioni anche a Bobbio e a Bettola

Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento