menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Come adottare un cane dal canile

Se si vogliono aprire le porte della propria casa a un cane si può optare per una adozione presso il canile. In questo caso, c’è un particolare iter da seguire ed è importante sapere come procedere

Per chi avesse voglia di un amico a quattro zampe che gironzoli per casa e gli faccia compagnia una delle scelte possibili è quella di adottare un cane direttamente al canile. L’adozione infatti è un gesto di grande civiltà ed è totalmente gratuita.

In un canile è possibile incontrare cani di tutte le età e dimensioni, abbandonati e in attesa di un nuovo padrone. Bisogna però fare attenzione perché l’adozione di un cane è un gesto che va ragionato e che comporta un’assunzione piena di responsabilità per tutta la vita, con relativi obblighi e doveri. Ogni cane ha le sue esigenze e bisogna assicurargli almeno tre uscite al giorno, durante le quali potrà avere la possibilità di correre preferibilmente in spazi verdi, giocare e socializzare con altri cani e persone.

L’adozione al canile, in particolare, comporta anche la presa in carico di un impegno non solo in termini morali ma anche in termini di legge. Infatti, a chi adotta, viene fatto firmare un modulo nel quale ci si impegna a custodire l’animale con le dovute cure, a non cederlo a terzi e a non abbandonarlo mai. A seguito di queste valutazioni preliminari, è fondamentale poi scegliere il cane giusto, che possa adattarsi al proprio stile di vita e ai propri spazi.

Di solito, prima di procedere al giro durante il quale si visionano gli animali, si compila una domanda di adozione che serve agli operatori del canile per individuare il cane con il carattere più adatto alle vostre esigenze. Quando si sceglie un cane la cosa più importante da valutare, a dispetto di quanto si crede, è il carattere: la corrispondenza tra taglia e necessità di spazi non è totale, anzi. Esistono cani molto piccoli che sono però molto vivaci e hanno bisogno di un giardino per vivere nelle condizioni migliori.

Come si procede all’adozione

Una volta effettuata la scelta, si passa a concretizzare l’adozione attraverso un modulo di raccolta dati da sottoscrivere e firmare. In alcuni canili, inoltre, si ha la possibilità di provare la nuova convivenza con un periodo di pre-affido entro cui si ha la possibilità restituire il cane al canile, solo in caso di problemi irrisolvibili. Durante questo periodo si potrebbero ricevere controlli domiciliari per verificare le condizioni del cane e valutare il rapporto con il nuovo padrone.

Nei giorni seguenti occorrerà portarlo a completare tutti i controlli necessari in un centro veterinario e creare un libretto nel quale inserire tutti dati fondamentali dell’animale: nome, peso, età, razza ed eventuali patologie. A questo punto è necessario procedere con la sverminazione e registrare il cane inserendo il microchip necessario per evitare lo smarrimento. I tre vaccini obbligatori hanno una validità piuttosto lunga e dovranno essere svolti a distanza di tre mesi l’uno dall’altro.

A Piacenza

Consultando il sito del Comune, troverete la lista dei cani adottabili al canile municipale e tante altre informazioni utili.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Isa Mazzocchi è la "chef donna 2021" per Michelin

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Isa Mazzocchi è la "chef donna 2021" per Michelin

  • Cronaca

    «Quando permetti alla mafia di entrare in casa tua, hai già perso tutto»

  • Attualità

    Un premio di laurea per ricordare Fausto Zermani

Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento