Come conservare le foglie di basilico nei mesi freddi senza rinunciare al loro aroma

Il basilico per svilupparsi ha bisogno di sole e calore, per questo la stagione ideale per la sua crescita è l’estate. Tuttavia, è possibile conservarlo anche d’inverno, senza perdere il suo tipico aroma, basta essere a conoscenza di alcune tecniche. Scopriamole

Il basilico è uno degli ingredienti che maggiormente impreziosisce la nostra cucina, ma con il freddo perde il suo profumo. Ne esistono 40 varietà, le più note sono il basilico napoletano a foglia larga e il basilico genovese a foglia stretta. Per svilupparsi ha bisogno di sole e calore, per questo la stagione ideale per la sua crescita è l’estate. Tuttavia, è possibile conservarlo anche d’inverno, senza perdere il suo tipico aroma. Ecco come.

Congelare le foglie

È il sistema più semplice e pratico per conservare il basilico tutto l’anno. Basta lavare le foglie, asciugarle bene e disporle su una teglia rivestita di carta stagnola. Dopo, mettete la teglia in congelatore per circa due ore e, una volta congelate, riponetele delicatamente in un contenitore a chiusura ermetica o in un sacchetto per alimenti, per poi conservare di nuovo nel congelatore. Quando ne avrete bisogno, prelevate dal contenitore la quantità giusta e avrete un basilico profumato per insaporire i vostri piatti.

Sotto sale

Una volta lavate e asciugate le foglie di basilico, disponetele in vasi a strati cospargendole con sale fino. L’ultimo strato deve essere di sale, poi schiacciate con un cucchiaino, ricoprite con un filo d’olio e chiudete il vasetto. Quando ne avete bisogno, potete prelevare le foglie dal vasetto e poi richiudere avendo cura di ricoprire con un po’ d’olio. 

Sott’olio

Questo metodo permette anche di preparare una base per cucinare velocemente il pesto. Lavate e asciugate il basilico, controllando che le foglie siano integre. Sterilizzate dei barattoli di vetro e inseriteci le foglie di basilico. Cospargete il recipiente di olio extravergine d’oliva fino a sommergere completamente le foglie. Chiudete ermeticamente e riponete il barattolo in frigo. Il basilico sott’olio è il metodo migliore per mantenere inalterati il colore e il profumo della pianta. Una volta aperto il vasetto però, ricordate di consumarlo al massimo entro due settimane.

Sconsigliata l’essiccazione

Il basilico non può essere essiccato e tritato come altre erbe aromatiche poiché tende a scurirsi e perdere il sapore a contatto con l’aria.

Come conservare il basilico fresco per qualche giorno?

Le foglie, che preleverete dall’alto verso il basso all’occorrenza direttamente dalla pianta, si conserveranno turgide e fresche anche fino a 3 settimane, prima di iniziare inevitabilmente a diventare gialle e ad appassire. Inoltre, potete conservare il basilico per qualche giorno con tre metodi: 

- Servitevi di buste di plastica, riuscirete a mantenere la freschezza delle foglie per poco tempo. 

- Usate un vaso di vetro. Immergendo i fusti di basilico con radici, per qualche settimana potrete avere la pianta aromatica fresca a disposizione. Per prolungare l'effetto, potete tenere il vaso in frigo. L'acqua va cambiata ogni due giorni. 

- Munitevi di carta assorbente. Avvolgete con questo materiale i gambi e riponete il basilico nella parte meno fredda del frigorifero, solitamente riservata alle verdure.

Come conservare il basilico in freezer

Per la congelazione, le foglie hanno bisogno di una preparazione preventiva. Un consiglio è di non sbollentarle prima di metterle in freezer. Il rischio è quello infatti di perdere gli oli essenziali che rendono profumato il basilico anche dopo averlo congelato. Vediamo alcuni metodi di congelazione: 

- pulite e asciugate le foglie. Togliete i gambi, sciacquate bene le foglie ed eliminate l'eccesso d'acqua aiutandovi con uno scolainsalata oppure stendendole su un asciugamano e facendole asciugare. In seguito le foglioline vanno disposte su dei vassoi, che andrete a mettere in freezer per un paio d'ore. Una volta congelate, mettetele in contenitori per il sottovuoto. Non mettetene troppe o perderanno la loro forma.

Un altro metodo per congelare il basilico e quello di preparare una base per il pesto. Sistemate una o due manciate di basilico nel frullatore, tritatelo o trasformate il tutto in poltiglia, utilizzando dell'olio extravergine d'oliva e un po' di sale. Trasferite la purea in piccoli contenitori per il sottovuoto e aggiungete un po' di olio per coprire il tutto. Una volta scongelato, potrete realizzare un ottimo pesto aggiungendo gli ingredienti mancanti, passando di nuovo tutto al frullatore.

Cartone del latte

Potete congelare il basilico utilizzando il cartone del latte. Prendete un cartone di latte da un litro e privatelo della parte superiore. Sistemate le foglie nel cartone del latte pulito e chiudetelo con la parte tagliata. Sigillate il tutto con un sacchetto da freezer. Quando vorrete usare le foglie, togliete la parte tagliata del cartone e poi richiudete il tutto come prima, riponendo in freezer.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sbalzato dall’auto che si ribalta nel campo, muore un 51enne

  • Una coop creata per truffare lo Stato e fare soldi, 135 dipendenti senza contributi: scoperta maxi evasione

  • Rapinato e picchiato sotto casa

  • Si pente della droga e in confessione ne lascia un chilo e mezzo al parroco

  • Presidente del Vigolo aggredito a bastonate e rapinato, è grave

  • Raduno del Secondo Raggruppamento Alpini, come cambia la viabilità

Torna su
IlPiacenza è in caricamento