rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Politica Corte Brugnatella

5 Stelle: «Il nuovo tracciato a ponte Lenzino è una vittoria della gente»

Il deputato pentastellato Zanichelli: «Ora si lavori per un progetto che garantisca rapide certezze alla nostra montagna»

«Una vittoria della Val Trebbia, della sua gente e dei suoi amministratori. Ma anche una vittoria di un modo di fare politica che parte dai territori, costruisce reti di cittadini, come è stato il caso del Comitato Nuovo Ponte Lenzino, coinvolge enti locali e singoli parlamentari e alla fine riesce ad essere ascoltata dal governo, dalle agenzie e dai ministeri». Così in una nota il deputato emiliano del Movimento 5 stelle Davide Zanichelli commenta la decisione dell’Anas, che ieri ha comunicato di accettare la proposta di costruire il ponte Lenzino definitivo su un tracciato nuovo.

«Il risultato raggiunto ieri e comunicato dall’Anas in una riunione con i sindaci della zona sembrava utopia fino a pochi mesi fa, dal momento che la Soprintendenza archeologica Belle Arti e Paesaggio per le Province di Parma e Piacenza aveva ripetutamente sostenuto la necessità, per ragioni paesaggistiche e storiche, di costruire il nuovo viadotto sul tracciato del vecchio, crollato lo scorso 3 ottobre. Una posizione che era stata ribadita dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti anche con una nota ufficiale ma che da subito è stata contestata dai sindaci e dalla gente del territorio, visto che il nuovo ponte in tal modo avrebbe finito per presentare le stesse criticità di quello crollato”, prosegue il parlamentare pentastellato. “C’è voluto tutto l’impegno del Comitato e degli amministratori locali, in primis del sindaco di Cerignale Massimo Castelli con cui ho avuto in questi mesi un costante confronto e a cui ho dato il mio sostegno, per spingere la Soprintendenza a rivedere le proprie idee. Un risultato ottenuto anche utilizzando ogni momento di confronto possibile e anche di protesta civile, come quella di non partecipare all’inaugurazione del ponte provvisorio poche settimane fa».

«La partita è vinta, ma il campionato prosegue. Fuor di metafora, ora occorre seguire da vicino la soluzione tecnica che presenterà Anas sul nuovo tracciato, che dovrebbe tra l’altro non presentare le due scomode curve a gomito del precedente e fornire alla Val Trebbia un ponte solido sulla cui realizzazione non dovranno esserci ritardi, in grado di garantire una comunicazione agile con la pianura senza il timore che prevedibili eventi atmosferici possano da un momento all’altro riportare la valle in una situazione di isolamento. La nostra montagna, che già sconta i problemi derivanti da anni di spopolamento, abbandono e scarsa manutenzione delle strade, merita un futuro di certezze», conclude Zanichelli.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

5 Stelle: «Il nuovo tracciato a ponte Lenzino è una vittoria della gente»

IlPiacenza è in caricamento