Maloberti incontra Rixi: «La rinascita della Valtrebbia attraverso la valorizzazione dell'acqua»

A Rovegno per lavorare verso la rinascita della Valtrebbia, attraverso la valorizzazione dell’oro blu: l’acqua. L’esponente leghista Giampaolo Maloberti e l’assessore ligure allo sviluppo economico Edoardo Rixi si sono incontrati

A Rovegno per lavorare verso la rinascita della Valtrebbia, attraverso la valorizzazione dell’oro blu: l’acqua. L’esponente leghista Giampaolo Maloberti e l’assessore ligure allo sviluppo economico Edoardo Rixi si sono incontrati nel piccolo Comune al confine con l'Emilia-Romagna. Rixi è favorevole all'idea di una futura riapertura dell'impianto per l’acqua minerale “Alta Valle”, la cui sorgente si trova a 740 metri d’altezza. In Liguria ci sarebbe interesse per far ripartire l'attività imprenditoriale. I due hanno colto l'occasione anche per riprendere il dialogo intrapreso tra i sindaci della Valtrebbia e la Regione Liguria in merito ai rilasci idrici dalla diga del Brugneto. I primi cittadini piacentini - uniti da un’iniziativa di Maloberti -, infatti, preoccupati dalla siccità delle ultime settimane, hanno espresso - con forte consapevolezza -  il bisogno vitale di maggiori rilasci d’acqua. «L’incontro, dello scorso 25 luglio in Regione Liguria con l'assessore all'Ambiente Giacomo Raoul Giampedrone, è stato positivo: i rilasci dalla diga del Brugneto potrebbero proseguire anche oltre la scadenza fissata del prossimo 4 agosto. L’emergenza in atto impone un cambio di rotta - commenta Maloberti -. Lo sforzo del Carroccio, insieme agli altri schieramenti politici, nell'interesse del territorio, è significativo. L’incontro di oggi con l’assessore Rixi lo dimostra: siamo pronti a confrontarci, ma dalle parole vogliamo che si passi velocemente ai fatti. Oggi la capienza dell'invaso corrisponde a 25 milioni di metri cubi, di cui, stando agli accordi presi tra la Regione Emilia-Romagna e la Regione Liguria, durante il periodo estivo ne vengono rilasciati 4 milioni verso il Trebbia a fini irrigui, ambientali e turistici. Non sono sufficienti, è evidente. L’acqua è una delle principali fonti di ricchezza per l’economia agricola e turistica di Piacenza».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

Torna su
IlPiacenza è in caricamento