"La famiglia al centro della società": ecco la road map degli interventi

Il presidente della Provincia Massimo Trespidi e il direttore generale Cinzia Bricchi hanno presentato "Piano di interventi in materia di politiche familiari". Una "road map" per il biennio 2011-2012 che prevede una serie di interventi sul territorio

 Il presidente della Provincia Massimo Trespidi e il direttore generale Cinzia Bricchi hanno presentato questa mattina il "Piano di interventi in materia di politiche familiari" deliberato dalla Giunta la scorsa settimana. "La realizzazione dell'Agenzia per la famiglia - ha detto il presidente - è nel programma delle linee di mandato di questa amministrazione e il documento approvato dalla giunta rappresenta il manifesto programmatico delle azioni che andremo ad intraprendere".

L'ACCORDO CON TRENTO - La provincia di Trento ha approvato lo scorso anno, "Il libro bianco sulle politiche familiari e per la natalità" che prevede l'implementazione di azioni virtuose sul tema, la promozione della cittadinanza sociale, la realizzazione di un sistema integrato di interventi e servizi sociali e la promozione del valore e del ruolo delle famiglie, quali ambiti di relazione per la crescita, lo sviluppo e la cura della persona. Così la Piacenza ha iniziato una proficua e intensa collaborazione con Trento che ha portato, nel luglio scorso, ad un accordo di programma per lo scambio reciproco di esperienze. Così Massimo Trespidi si esprime sull'argomento: "Riteniamo sia giunto il momento di riportare la famiglia al centro della nostra società, non come soggetto debole da tutelare ed assistere, ma come risorsa preziosa e insostituibile, come tassello essenziale di progetto sociale di cittadinanza attiva".

L'ADESIONE DELLA ASSOCIAZIONI - Dopo l'accordo con Trento si è iniziato un processo di sensibilizzazione nei confronti dell'opinione pubblica che ha visto la Provincia incontrare per prime le Associazioni familiari e successivamente gli Amministratori degli Enti locali che intendono avviare interventi a sostegno delle famiglie. Successivamente il Forum delle famiglie e altre Associazioni hanno inteso aderire al Tavolo di lavoro promosso dall'Amministrazione provinciale al termine del quale è nato questo documento condiviso che costituisce una "road map" delle azioni e degli interventi da perseguire nel prossimo biennio. Anche il comune di Caorso ha aderito al progetto. 

IL SOSTEGNO ALLA FAMIGLIA - "Scopo primario - afferma il presidente Massimo Trespidi - sarà quello di coordinare e sostenere progetti a sostegno dei nuclei familiari, promuovendo adeguate politiche, con particolare riferimento al tema della genitorialità, secondo il principio della sussidiarietà e cioè sviluppandole e condividendole con le forze sociali presenti nel territorio, vale a dire, con le Istituzioni Locali, le Associazioni, mondo economico profit e no profit e famiglie stesse, affinché la nostra provincia diventi a misura di famiglia. La Provincia di Piacenza non intende aggiungere un settore di interventi e servizi, ma sceglie di dar vita a uno spazio di impegno, confronto, collaborazione, ricerca e innovazione progettuale, con il compito di promuovere la famiglia in ogni funzione amministrativa, come soggetto attivo, risorsa, partner, protagonista del proprio benessere". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

LE POLITICHE - Queste sono alcune delle associazioni che hanno aderito al progetto: Forum delle associazioni familiari di Piacenza, Sidefa, Associazione Dalla Parte dei Bambini, associazione Genitori di Ponte dell'Olio, grazie alla perfetta sinergia e comunione di intenti si è riusciti a redigere il "Piano di interventi in tema di politiche familiari anno 2011"  che prevede una serie di iniziative sul territorio come l'istituzione di uno "Sportello per la Famiglia", la realizzazione di un dossier sulle politiche familiari esistenti, l'attivazione di progetti, anche sperimentali, di collaborazione con soggetti privati per iniziative a sostegno delle famiglie con figli, attività propedeutiche alla qualificazione del territorio provinciale come Distretto della Famiglia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro tra due camion in autostrada, muore 56enne piacentino

  • Si schianta in moto contro un'auto che fa inversione, giovane all'ospedale

  • Norme anti covid, multati due locali aperti dopo mezzanotte. Nei guai anche un cliente senza mascherina

  • Sbanda con l'auto e si ribalta, è grave

  • Ladri sfondano l'ingresso e portano via le bici da corsa, fallisce il colpo da Raschiani

  • Incidente a San Rocco, chiuso temporaneamente il ponte di Po

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento