rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Amministrative 2022 / Carpaneto Piacentino

A Carpaneto Arfani si ricandida per il secondo mandato

Il primo cittadino scioglie le riserve con «una chiara idea di prosecuzione del lavoro e dell’impegno»: «Dialogo diretto con i cittadini, partendo da errori e cose che non hanno funzionato»

Il sindaco di Carpaneto Andrea Arfani, eletto nel 2017 sulla sfidante Anna Buonaditta, da la sua «disponibilità per il mandato 2022-2027, con una chiara idea di prosecuzione del lavoro e dell’impegno». «Una scelta non facile e scontata – dice -, perché le cose serie e impegnative non lo sono. In questi cinque anni, sono state tante, e diverse, le scelte di vita, e mettersi a disposizione, o meno, per altri cinque anni, ne comporta altrettante, che devono essere ben pesate. Questa riflessione mi ha preso tempo, confronti, pensieri, ma ha portato alla decisione che ritengo giusta, e cioè sciogliere ogni riserva, in senso sinceramente positivo».

«Non nascondo un forte senso di emozione – scrive in una nota -, del tutto analoga a quella di cinque anni fa. Dare questo tipo di disponibilità porta con sé la consapevolezza di un lavoro futuro, che, negli anni diventa sempre più impegnativo. Gli effetti terrificanti della pandemia, cui si aggiungono, e si aggiungeranno, quelli devastanti della guerra in corso in Europa, hanno lasciato segni profondi, e altri segni porteranno nei prossimi anni. Dall’altro lato, però, c’è la consapevolezza dell’importanza e del privilegio che ha rappresentato essere al servizio di una comunità, provare a impegnare le proprie idee per obiettivi comuni, che devono diventare sempre di più condivisi».

Così Arfani intende affrontare la campagna elettorale: «Avremo modo di analizzare, nei prossimi giorni, più nel dettaglio le linee di progetto, ma da subito una cosa deve essere molto chiara: l’approccio sarà quello condiviso in questi anni. Sarà quindi un dialogo diretto con i cittadini, senza l’intermediazione di agenzie o professionisti di campagna elettorale; preferisco esporre, insieme a quelli che saranno i colleghi di lista, le idee per come arriveranno in via diretta, senza altri filtri. Inoltre, nel confronto partiremo dalle cose che non hanno funzionato in questi anni: sarà importante capire le ragioni di ciò che è mancato, per individuare la correzione, e arrivare all’obiettivo. Parallelamente, si prenderanno i dati positivi degli obiettivi raggiunti, per farli diventare criterio di guida del lavoro futuro».

In fine si rivolge ai suoi avversari, ancora non trapelati: «A chi darà la propria disponibilità a svolgere il ruolo di prossimo sindaco, sin da ora un augurio di buon lavoro, per il suo progetto: Carpaneto merita idee e lavoro, il mio auspicio che chiunque ne tenga conto, in ogni momento».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Carpaneto Arfani si ricandida per il secondo mandato

IlPiacenza è in caricamento