«A Fiorenzuola non è certo il sentimento xenofobo ad aver mosso le preferenze delle persone»

Massimiliano Morganti di Fratelli d’Italia, nonché assessore al Comune di Fiorenzuola, interviene con un’analisi del voto a ventiquattro ore dalla chiusura dei seggi

Al centro Massimiliano Morganti

«Il voto al Movimento 5 Stelle, trasversale e politicamente incolore reca in se una gratificazione personale, assolutamente rispettabile, per chi lo ha espresso». Interviene così Massimiliano Morganti, attivista di Fratelli d’Italia, nonché assessore al Comune di Fiorenzuola, in un’analisi del voto a ventiquattro ore dalla chiusura dei seggi. In un post sul suo profilo Facebook scrive: «Chi li ha votati, qui al nord, certo non si aspetta mille euro al mese per gozzovigliare per le vie del centro, ma pur sapendolo la sua convinzione non è certo meno adamantina. È una scelta di campo: la discontinuità per la discontinuità».

Poi dedica qualche righe al risultato nel capoluogo della Valdarda: «A Fiorenzuola, dove il centrodestra ha chiuso al 43 per cento con man bassa della Lega, non è certo il sentimento xenofobo ad aver mosso le preferenze delle persone. Chi ha scelto il centrodestra ha sposato una proposta politica orientata allo sviluppo, alla libertà del singolo, alla garanzia di punti di partenza ma non all’egualitarismo. Le altre forze non sono in grado di valutarle dopo questa breve scorribanda, perché le persone per bene che frequento - nessuna di loro - si è espressa in quel senso. La conclusione che mi sento di trarre è lineare: esistono due Italie in questo momento, una che non si arrende e che crede nel duro lavoro come valore, ed una che crede alla corte dei miracoli ed alla “novità” come valore in se. Per quanto nella mia piccola comunità il buonsenso sia vistosamente prevalente, non posso che essere allarmato per il futuro del Paese. Mattarella ha nelle sue mani, a parità di numeri, due Italie: quella che non si arrende, contrapposta a quella che crede che saremo tutti più ricchi giocando col cellulare tutto il giorno. Ho ancora fiducia che il Bene possa prevalere».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

Torna su
IlPiacenza è in caricamento