Accordo Iren-sindacati, Dosi: «Ancora molto da fare ma ora c’è soddisfazione»

Il sindaco Dosi intervene sulla vicenda Iren

«Giovedì – commenta il sindaco Paolo Dosi – è stata una giornata importante per Iren: si è raggiunto un primo significativo accordo per l’armonizzazione del contratto aziendale con riferimento all’orario di lavoro. L’intesa tra azienda e tutte le organizzazioni sindacali è un passo importantissimo nel superamento del momento critico nelle relazioni sindacali determinatosi alla fine dell’anno con la disdetta dei numerosi contratti integrativi del gruppo. Questo accordo sull’orario di lavoro è la dimostrazione che, con un paziente e meticoloso lavoro di negoziazione, è possibile ottenere l’obiettivo di semplificare e introdurre equità nei trattamenti normativi e contrattuali applicati dall’azienda nelle diverse società e sui diversi territori. C’è ancora molto lavoro da fare per raggiungere una effettiva armonizzazione – rispettosa delle specificità esistenti – tra i tanti contratti aziendali, però il risultato ottenuto due giorni fa è motivo di grande soddisfazione».

Prosegue il primo cittadino: «L’atto unilaterale dell’azienda di disdetta dei contratti integrativi, che avrebbe avuto effetti immediati solo sull’orario ma differiti sui trattamenti economici, è stato responsabilmente sospeso anche grazie alla disponibilità dei sindacati a riprendere le trattative. Questa esperienza deve indurre a ritenere come debba sempre essere prioritaria la ricerca del confronto e non soluzioni unilaterali che non aiutano di certo la coesione aziendale».

Aggiunge: «Il raggiungimento degli obiettivi di miglioramento della qualità del lavoro, nell’ambito della corretta logica industriale di gruppo integrato multiterritoriale, deve passare attraverso un processo di negoziazione nel quale responsabilmente è necessaria la partecipazione attiva e propositiva – nell’interesse del rafforzamento industriale del gruppo e delle prospettive dei lavoratori – tanto delle organizzazioni sindacali quanto dell’Azienda. Mi auguro che il clima positivo di confronto che si è creato possa portare in tempi rapidi al risultato di accordi efficaci e moderni, che siano in grado di valorizzare le competenze aziendali di una società come Iren. Quando infatti nel 2012 è stato modificato il patto di sindacato tra i soci Iren, è stato dato mandato al management di realizzare concretamente il processo di fusione per costruire un’unica azienda, fortemente radicata nei territori di insediamento tradizionale, capace di candidarsi a gestire servizi in nuovi contesti territoriali e in grado di affrontare una stagione importante per migliorare la qualità dei servizi ai cittadini».

Conclude Dosi: «L’obiettivo finale è quello di coniugare un’azienda sempre più robusta e ben organizzata a livello complessivo con un forte radicamento territoriale che è essenziale per un’azienda come Iren. In questo quadro un buon clima di relazioni sindacali e di soddisfazione interna dei lavoratori diventa fondamentale per il raggiungimento di positivi risultati aziendali e di produzione di servizi adeguati per i cittadini».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

Torna su
IlPiacenza è in caricamento