Martedì, 22 Giugno 2021
Politica

Aci: «Tante proteste sulla gestione delle strade per la neve»

Critiche dall'Aci Club e dall'opposizione, il sindaco difende l’operato del Comune: «Ci mancava solo questa per chiudere l’anno, situazione anomala. La città di Milano ha 200 mezzi, noi 73, non siamo così impreparati, visto che autostrade e ferrovie sono ferme»

Situazione ancora critica, nel tardo pomeriggio del 28 dicembre, per quanto riguarda la viabilità cittadina. Anche l’Aci di Piacenza ha da ridire: la circolazione è in tilt in molti tratti da diverse ore. Tante vie periferiche devono ancora essere raggiunte dai mezzi. Michele Rosato, presidente dell’Automobile Club Piacenza, ha scritto al sindaco Patrizia Barbieri. «Come lei ha avuto sicuramente modo di notare - si legge nella sua missiva - l’Aci Piacenza non ha mai voluto intervenire sul sistema mobilità piacentina nonostante le tante richieste di cittadini, ben sapendo quanto non semplice sia l’amministrazione di un Comune e pertanto ogni criticità  è stata segnalata solo negli interessi degli  automobilisti omettendone la pubblicità ben considerando quanto, una rosato 05-2iniziativa di tal genere avrebbe potuto scadere nella facile interpretazione di critica politica dalla quale questa associazione vuole e deve restarne lontano. Purtroppo sono giunte al club, del quale mi onoro esserne il presidente, tantissime proteste di come sia stata gestita nella notte e nella giornata del 28 dicembre la viabilità e la pulizia delle strade dalla neve».

«Strade che attraversano non solo il centro – prosegue Rosato facendo da portavoce alle lamentele - ma anche le zone ad alta densità abitativa oltre che residenze di uffici pubblici ai quali i cittadini devono potere accedere con la totale tranquillità senza trovarsi imbrigliati in lunghissime ed estenuanti code dovute ad incidenti automobilistici o cadute di grossi rami da alberi non curati o, peggio ancora, di neve ghiacciata». «Con il dovuto rispetto e conscio di quanto sia alto il suo personale impegno nel governo della città, le chiedo cortesemente di intervenire affinché tutti gli organi comunali competenti e responsabili siano, per l’avvenire, attenti e pronti nel disporre con urgenza quanto necessario perché la circolazione, sia pure con le difficoltà che una nevicata può arrecare, possa essere assicurata tempestivamente».

CRITICHE DA CUGINI E RAGGI, IL SINDACO: «SITUAZIONE ANOMALA» Patrizia Barbieri-108

Critiche al Comune anche dalle minoranze durante il Consiglio, riunito in parte in streaming e in parte a Palazzo Mercanti. «Le frazioni sono state dimenticate in questa giornata», ha fatto notare Samuele Raggi (Pc del futuro) -. «L’attenzione è la stessa sia per le frazioni che per il centro storico – ha aggiunto il capogruppo del Pd Stefano Cugini - cioè nulla. È inaccettabile che le principali arterie cittadini siano bloccate ancora adesso, sono diventate tutte delle piste di pattinaggio».

Il sindaco Patrizia Barbieri non ci sta e difende l’operato del Comune. «Da ieri alle 22 il piano neve è attuato – ha detto il primo cittadino -. Abbiamo 73 mezzi fuori da ieri sera tra spargisale e spazzaneve. Ho gli orari minuto per minuto di dove stanno operando. A Milano ci sono 200 mezzi in azione, mi sembra che non abbiamo un piano neve da buttare via… La situazione è anomala, ha visto le stesse autostrade impreparate. Le ferrovie non funzionano, significa che siamo tutti nelle stesse condizioni». «In altre città – ha detto ancora Barbieri - ci sono tram sventrati dagli alberi. Ora c’è il rischio del ghiaccio, temo il gelicidio. Dobbiamo concentrarci anche su questo. Accetto le critiche, ma c’è da prendere atto che “ci mancava solo questa” per finire l’anno. Un’altra nevicata è prevista per venerdì, primo giorno dell’anno».

«Capisco l’agitazione del sindaco – ha ripreso la parola Cugini (Pd) - ma c’è bisogno di politica, non di fare “la maestrina” con i consiglieri comunali. Il disagio di oggi è comprensibile, ma ho solamente invitato il sindaco a chiedere e pretendere risposte al soggetto che si occupa della manutenzione- è intollerabile che le arterie della città siano in queste condizioni».  «Il problema è in tutta la pianura – ha osservato Massimo Trespidi (Liberi) -, anche la via Emilia gestita da Anas è in queste condizioni. Forse sono più pulite le strade di Morfasso gestite dalla Provincia».

strade sporche-3

IL GPS DEI MEZZI OPERATIVI 

Gps spartineve-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aci: «Tante proteste sulla gestione delle strade per la neve»

IlPiacenza è in caricamento