rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Politica

Addio agli Intercity, Cavalli (Ln) interroga Peri: «Salvaguardare le tratte pendolari»

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di IlPiacenza

“No alla soppressione degli Intercity ‘pendolari’”. Dopo che il governo ha annunciato, da giugno, il taglio di almeno dieci convogli di questo tipo in nove regioni - tra cui l’Emilia Romagna -, il leghista Stefano Cavalli interroga l’assessore Peri, a cui chiede di fare pressioni sul ministero dei trasporti per “salvaguardare i convogli a rischio soppressione utilizzati dai lavoratori e dagli studenti pendolari dell’Emilia-Romagna”.

Da marzo già due tratte sono finite nella tagliola: la coppia 586/587 in partenza da Roma alle ore 9.40 con arrivo a Milano alle 16.15 e in partenza da Milano alle 10.50, con arrivo a Roma alle 17.20.

“La politica delle ferrovie sta costringendo i pendolari - già penalizzati dai continui disagi imposti da Trenitalia - a spendere sempre di più. Con la soppressione degli Intercity, per avere un servizio analogo gli utenti saranno costretti a pagare supplementi astronomici per Freccia bianca o Freccia rossa”. “È inammissibile che a essere ‘spremuta’ sia una categoria che quotidianamente subisce il tormento di ritardi, sporcizia, soppressioni, sovraffollamenti, insomma: tutto il peso di una drammatica gestione dei trasporti ferroviari”. Per questo Cavalli sprona l’assessore Peri ad “agire preventivamente per salvare dai tagli di Trenitalia le tratte fondamentali e più utilizzate degli Intercity”, per scongiurare “l’ennesimo e inaccettabile accanimento sui pendolari”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio agli Intercity, Cavalli (Ln) interroga Peri: «Salvaguardare le tratte pendolari»

IlPiacenza è in caricamento