menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Tommaso Foti

Tommaso Foti

Agricoltura, Foti (Fdi-An): «Occorre contrastare la crisi del settore suinicolo»

«Appare sempre più necessaria l'adozione di politiche strutturali di sistema rivolte al settore suinicolo, al pari degli altri comparti agricoli, non solo a vantaggio delle produzioni destinate al consumo di carne fresca ma anche a sostegno del suino pesante»

Il consigliere regionale Tommaso Foti (Fratelli d'Italia-Alleanza Nazionale) ha diffuso una nota sull'integgorazione che ha rivolto alla Giunta per sapere se e quali iniziative intenda assumere «Per contribuire e contrastare efficacemente la crisi del settore e  valorizzare adeguatamente, nel territorio emiliano-romagnolo, le peculiarità della nostra suinicoltura, che fonda le radici sull’allevamento del suino pesante e sulla trasformazione dei prodotti agroalimentari da esso derivati».

«Il settore suinicolo - dal 2007 ad oggi - ha registrato in Emilia-Romagna una flessione del numero di capi superiore a 330mila unità attestandosi poco sopra al milione; male anche gli allevamenti professionali (riproduzione e ingrasso), scesi da 1.830 a 1.442. Ma il dato più allarmante, che evidenzia l’impoverimento reale del settore, è il dimezzamento del numero di scrofe fattrici (da 100.000 a 50.000 capi).

«Appare sempre più necessaria - continua Foti - l’adozione di politiche strutturali di sistema rivolte al settore suinicolo, al pari degli altri comparti agricoli, non solo a vantaggio delle produzioni destinate al consumo di carne fresca ma anche a sostegno del suino pesante che rappresenta, in Emilia-Romagna, un’eccellenza produttiva, da cui la trasformazione in tanti salumi Dop e Igp».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento