rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Politica

Agroalimentare, Lega: «Farm to fork? Dalla padella alla brace»

«Più che “Farm to fork”, dalla padella alla brace. La strategia “dal produttore al consumatore” sulla quale si è espresso il Parlamento Ue in realtà si dimentica completamente dei produttori, non tiene affatto conto dell'impatto sul reddito e comporta ulteriori perdite di competitività per le aziende agricole italiane. Deleterio, il Nutriscore. Per una regione come l'Emilia, l'etichetta a semaforo penalizzerà prodotti estremamente sani, di qualità e con grandi benefici nutrizionali. Prosciutto di Parma, Coppa,Salame,Pancetta piacentina ,Parmigiano reggiano e Grana Padano marchiati alla stregua del burro d'arachidi o di alimenti pieni di chimica. Un altro apripista alla carne sintetica a vantaggio delle multinazionali». Così il deputato della Lega, Guglielmo Golinelli, responsabile Agricoltura dell'Emilia e Giampaolo Maloberti, responsabile provinciale del Movimento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Agroalimentare, Lega: «Farm to fork? Dalla padella alla brace»

IlPiacenza è in caricamento