Al via la commissione welfare, il presidente è Massimo Polledri

Si mette al lavoro la commissione speciale voluta da buona parte del consiglio comunale: l'obiettivo è entrare nelle pieghe del bilancio dei servizi sociali del Comune di Piacenza. La maggioranza lascia l'incarico di coordinamento dei lavori a Polledri. Sua vice sarà la Pd Annalia Reggiani

Si è messa in moto la commissione speciale welfare, nata questa estate in seno al consiglio comunale, per analizzare nel dettaglio le voci di bilancio relative ai servizi sociali erogati dal Comune di Piacenza. Il welfare incide quasi al 50% del bilancio di Palazzo Mercanti: da più parti, nel corso degli ultimi anni – alla luce dei pesanti tagli statali che rendono sempre più complicato chiudere i conti in pareggio – è avanzata la proposta di rivedere la spesa dedicata al sociale. Nel pomeriggio del 30 settembre la commissione – che durerà fino al 15 gennaio 2016 – ha preso ufficialmente il via con l’assegnazione degli incarichi di presidente e vicepresidente. Il centrodestra – in questo caso – ha proposto come candidato alla presidenza il leghista Massimo Polledri.

«Questa commissione è un valido strumento di aiuto per l’assessore Stefano Cugini», ha commentato Marco Colosimo (Piacenza Viva), tra i più convinti sostenitori di Polledri e il primo ad averlo chiamato in causa in aula. «La candidatura di Polledri – ha aggiunto Erika Opizzi (Fratelli d’Italia) - è autorevole in questo ambito». Apprezzamenti su Polledri anche da parte di Forza Italia, per voce del capogruppo Maria Lucia Girometta. «Finalmente la minoranza è riuscita – ha commentato Mirta Quagliaroli del Movimento 5 Stelle – ad essere compatta su un nome comune». Il capogruppo Pd Daniel Negri ha sottolineato la volontà di dare un ruolo molto attivo all’opposizione in questa commissione speciale. Di tutt’altro tono gli interventi di Giovanni Castagnetti (Piacentini per Dosi) e Carlo Pallavicini (Sinistra per Piacenza): il primo si è detto “perplesso” sulla figura di Polledri come presidente - i due molto spesso si scambiano frecciate personali molto polemiche in aula - il secondo ha criticato apertamente il welfare del Comune degli ultimi decenni. Entrambi hanno scelto di astenersi dalla conta. Polledri è così diventato presidente della commissione con 22 voti favorevoli e 9 astenuti. Sua vice sarà la neo consigliera Annalia Reggiani, del Partito Democratico. La commissione, in carica fino a gennaio, si ritroverà per una media di 2-3 volte al mese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Noi non ce l’abbiamo fatta». Dopo 15 anni di attività la trattoria finisce in “svendita”

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Per 30 anni in prima linea, il 118 piange Antonella Bego. «Perdiamo una professionista e un'amica»

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

Torna su
IlPiacenza è in caricamento