Alluvione, Rancan (Ln): «Regione chieda stato di emergenza»

Matteo Rancan ha rivolto un'interrogazione alla giunta per sapere quali interventi saranno effettuati per il ripristino della sicurezza dopo il violentissimo temporale che ha colpito la provincia di Piacenza

Matteo Rancan

Matteo Rancan (Ln) ha rivolto un'interrogazione alla giunta per sapere quali interventi per il ripristino della sicurezza saranno effettuati e sotto la direzione di quali servizi regionali dopo il violentissimo temporale che ha colpito la provincia di Piacenza, in particolare la Val Nure e la Val Trebbia. Il consigliere vuole inoltre sapere «A quanto ammontino gli stanziamenti attuali e se ne saranno previsti di ulteriori, come intenda procedere la Regione per il risarcimento dei danni a persone, cose e attività produttive e se intenda richiedere al governo il riconoscimento dello stato di emergenza o calamità naturale».
Nel rilevare che il gruppo della Lega Nord ha depositato un progetto di legge recante “Nuove norme per l’estrazione di materiali in aree del demanio idrico regionale", al fine di una rivisitazione organica della normativa regionale che la riordini e soprattutto la metta al passo con i cambiamenti e le esigenze manifestatesi nel corso degli anni nel settore delle escavazioni, Ranca chiede «Se la Regione ritiene opportuno procedere nella riforma delle attività di estrazione di materiali in aree del demanio idrico regionale per garantire difesa del suolo e prevenzione di danni quali quelli che si sono appena verificati nel territorio piacentino». 

Tutti gli atti consiliari, dalle interrogazioni alle risoluzioni, ai progetti di legge, sono disponibili on line sul sito dell’Assemblea legislativa al link: https://www.assemblea.emr.it/attivita-legislativa

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Noi non ce l’abbiamo fatta». Dopo 15 anni di attività la trattoria finisce in “svendita”

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Per 30 anni in prima linea, il 118 piange Antonella Bego. «Perdiamo una professionista e un'amica»

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

Torna su
IlPiacenza è in caricamento