Alseno, la minoranza a Zucchi: «Delusi dalla sua arroganza»

La minoranza replica al sindaco dopo l’assenza in consiglio comunale

«Il Sindaco di Alseno Davide Zucchi – affermano i consiglieri di minoranza del “Gruppo Noi per Alseno” Luigi Molina, Marina Sogni e Danilo Terzoni e Marisa Benzi del gruppo Abc - nella sua comunicazione afferma che la nostra protesta è priva di fondamento, che siamo ricorsi a mezzi disdicevoli e da condannare, che non c'è nulla da giustificare nel suo operare e che, poichè ha agito correttamente,  non deve fornire giustificazioni a nessuno. E così dicendo rende chiara la sua posizione.

Non considera la minoranza, il suo ruolo e la sua serietà di pensiero e di intento.  Una intera minoranza, tutti i Consiglieri di minoranza, vengono tacciati di essere codardi , di non avere il coraggio di riconoscere di aver commesso un errore, di cavalcare politicamente la vicenda per avere visibilità mediatica e di sollecitare un agire opposto alla consuetudine e alla regola. Aggiunge poi che tutti noi abbiamo gridato in modo del tutto illegittimo allo scandalo, che non ci siamo degnati di partecipare alla seduta in cui, grazie a semplici spiegazioni, avremmo potuto comprendere la correttezza del procedimento.

E rende anche chiaro come considera l'agire suo e dell'Amministrazione: serio, rispettoso di ogni regola, trasparente e corretto. L'immagine è quindi speculare. Lui è serio; noi non lo siamo. Lui è rispettoso di ogni regola; noi non lo siamo. Lui è trasparente; noi non lo siamo. Lui è corretto; noi non lo siamo.

Che dire rispetto a questa posizione per la quale il Sindaco e la sua Amministrazione sono privi di ogni più piccola macchia e i Consiglieri di minoranza al contrario sono una grande macchia nera?

Non rimarca quanto nel nostro scritto avevamo detto? Il fatto che il Sindaco è sordo alle istanze della  minoranza e, ancora più grave, che non considera il suo ruolo: di vigilanza e di controllo. La minoranza è fatto accessorio, non parte integrante di un equilibrio di un sistema politico. Quando parla o agisce, essa lo fa in malafede, per ostruzionismo, per svilire e denigrare.

Ma il Sindaco si è mai posto serie domande: perchè la minoranza ha irrigidito le sue posizioni? Perchè Consiglieri di minoranza hanno chiesto l'attenzione del Prefetto circa le relazioni tra maggioranza e minoranza (attenzione che si è mostrata sollecita e ripetuta)? Perchè la minoranza è ricorsa all'atto eclatante di disertare il Consiglio? Perchè la minoranza ora chiede la pubblicazione di suoi atti o interventi su giornali che la ospitano?

E il Sindaco non si mette mai in discussione? Come ha agito perchè non si giungesse alla situazione attuale? Ha mai convocato i capigruppo per un confronto trasparente e chiarificatore? E' sempre stato così retto nel pubblicare all'Albo pretorio parole del tutto veritiere? Ha sempre sostenuto il suo compito di Presidente del Consiglio rispettoso di quanto il ruolo gli conferisce? Ha sempre rispettato tutto ciò che normative e regolamenti prevedono? Ha sempre rispettato i Consiglieri di minoranza come persone e come rappresentanti della comunità?

Sono evidentemente domande retoriche; conosciamo bene le risposte. E con amarezza, ancora una volta, siamo delusi dell'atteggiamento del Sindaco che, proprio in virtù dell'alta carica politica che ricopre, non dovrebbe suscitare la benchè minima idea di superbia e arroganza. In merito alla vicenda in questione, si pronunceranno gli organi superiori».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • Brugnello, Rivalta, Vigoleno: Valtrebbia e Valdarda grandi protagoniste a "Linea Verde"

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

  • «Disobbedire e aprire i locali? Non ha senso. La vera protesta sarebbe chiuderli: stop a delivery e asporto»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento