rotate-mobile
Politica Alseno

Alseno, la minoranza torna all'attacco: «Convinti che il sindaco deve dimettersi»

Le consigliere Marisa Benzi e Marina Sogni: «La replica del sindaco che definisce “boutade ferragostiana” le gravi anomalie riscontrate dalla minoranza conferma le nostre convinzioni»

Riceviamo e pubblichiamo la replica dei consiglieri di minoranza del Comune di Alseno, al sindaco Davide Zucchi

«La replica del sindaco che definisce “boutade ferragostiana” le gravi anomalie riscontrate dalla minoranza conferma le nostre convinzioni: il sindaco si deve dimettere» - scrivono in una nota le consigliere Marisa Benzi e Marina Sogni.

«Chi è il Sindaco? Il sindaco è l’organo responsabile dell’amministrazione del comune.  Si occupa insieme alla Giunta di amministrare la “cosa” pubblica, si occupa cioè di gestire il denaro dei cittadini (residenti di Alseno con i tributi locali, residenti italiani con i trasferimenti dello Stato) e di trasformarlo in servizi e opere che soddisfino il più possibile i bisogni della collettività. Il Bilancio consuntivo (o rendiconto), che il Sindaco ritiene essere solo un documento formale, è il documento con cui la Giunta rendiconta e certifica, alla fine dell’anno, le spese e le entrate effettivamente sostenute per la gestione dell’Ente comunale difronte al Consiglio. Si tratta di una sintesi di fine periodo che serve a rendere conto alla comunità del corretto utilizzo delle risorse a disposizione del Comune e serve all’amministrazione stessa per capire quali azioni possano essere intraprese in futuro».

«Ora dire che un errore di circa € 250.000,00 (rapportato a un risultato libero da impegni di circa € 300.000) è un errore formale è un’affermazione decisamente grave. Poco importa se l’errore è in positivo o in negativo: significa comunque che ho perso di vista € 250.,000, significa non gestire il denaro pubblico con la diligenza necessaria. Tutto ciò è ancor più grave se si considera che non è l’unica anomalia riscontrata dai consiglieri di minoranza: “anomalie” di cui il Sindaco è perfettamente a conoscenza in quanto le richieste sono state tutte depositate in Comune e sono tutt’ora in attesa di risposta».

Marisa Benzi alseno ok 2016-2Nel comunicato giunto in redazione le consigliere «analizzano ora le altre affermazioni del sindaco». «“….Totale mancanza di proposte di natura concreta per la realizzazione di interventi per la comunità….”. Ricordiamo al Sindaco che in sede di approvazione del Bilancio di previsione 2016 – 2018 sono stati presentati emendamenti tra cui: 1) previsione del “Baratto amministrativo” 2) realizzazione di apposite azioni finalizzate alla sensibilizzazione dell’opinione pubblica in materia di sprechi alimentari, 3) Sistema integrato di sicurezza urbana. Con delibera di Consiglio n. 14 del 09/04/2016 il Consiglio ha approvato con modifiche l’emendamento 1, respinto l’emendamento 2, accolto l’emendamento 3. Successivamente il punto tre è stato parzialmente realizzato grazie alla perseveranza di due cittadini di Alseno che nulla hanno a che vedere con l’Amministrazione e il “Baratto amministrativo” non è stato realizzato per incapacità dell’amministrazione».

E ancora: «“…Notevole aumento delle entrate derivanti da accertamenti tributari, più di 160.000 euro rispetto alla previsioni iniziali…” Ricordiamo al Sindaco che dalla previsione di un accertamento nel Bilancio di previsione di un ente locale all’effettivo incasso della posta prevista (ammesso che si realizzi) passano minimo sei mesi: quindi prevedere al 19 agosto accertamenti di imposte non riscosse vuol dire nessun incasso nel 2017.  Si citano, a conferma dell’impresa impossibile, i dati ufficiali pubblicati dal M.E.F. sulla piattaforma SIOPE: incassi 2015 del Comune di Alseno per ICI – IMU riscossa attraverso ruoli 1.289€ analoga voce 2016 € 0; Incasso 2015 TARI riscossa mediante ruoli € 47,99 analoga voce 2016 € 500,13».

«“…. Consigliera Benzi….incaricata di svolgere le funzioni di revisore nel nostro Comune….” Mi fa piacere che il Sindaco ricordi il mio incarico di Revisione (periodo 1997 – 2003). Ricordo con lo stesso piacere gli altri: Presidente del Collegio dei Revisori di Fiorenzuola d’Arda (periodo 2000 – 2006); Revisore del Comune di Ottone (periodo 2004 – 2010); Presidente del Collegio dei Revisori del Comune di Piacenza (periodo 2009 – 2012), Attualmente Revisore del Comune di Sassuolo e di Gattatico. Ricordo anche tutti i corsi di formazione in Enti locali che ogni anno frequento. Un’esperienza ventennale di revisione mi permette di sapere con certezza se una violazione è formale o sostanziale e in questo caso è sostanziale. Infine “… una boutade ferragostiana utile solo per vedere il proprio nome sulla stampa….” Si commenta da sola e non merita nessuna analisi».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alseno, la minoranza torna all'attacco: «Convinti che il sindaco deve dimettersi»

IlPiacenza è in caricamento