Alta Val Tidone, Palmizio (Fi): «I candidati di Forza Italia sono nella lista di Cassi»

Nel neonato comune le liste del centrodestra sono due. Il presidente regionale di Forza Italia respinge le critiche di Papamarenghi e Foti. Ecco la sua versione dei fatti

al centro Elio Massimo Palmizio, tra Papamarenghi e Callori

«Sono esterrefatto dalle dichiarazioni che leggo – fa sapere Elio Massimo Palmizio, presidente di Forza Italia Emilia Romagna - sui giornali piacentini. Premesso che non vedo né sento Papamarenghi dallo scorso febbraio, per sue gravi mancanze visto i ruoli che ricopriamo. Sono stato in Alta Val Tidone qualche settimana fa su invito di un amico personale, tesserato Forza Italia. Ho avvisato la più  alta carica locale, il vice coordinatore Fabio Callori, pregandolo di organizzare con tutti gli amici di Forza Italia.  Al pranzo conviviale erano presenti tutti i tesserati assente Papamarenghi non so per quale motivo.

I problemi che i tesserati di Forza Italia mi hanno evidenziato sono stati:  l'assenza totale di Papamarenghi che non si é mai fatto vedere negli ultimi 4 anni.  La difficoltà di rapporti con Fdi e con il candidato Albertini che ponevano veti sui candidati di Forza Italia.  Le pressioni della Lega che poneva veti su Albertini. Ho parlato telefonicamente con Vinci che lasciava  al territorio discrezionalità sulle decisioni. Ho parlato telefonicamente con Foti spiegando che i veti di Albertini erano irricevibili. Foti non mi ha mai parlato di accordi con Papamarenghi o con Callori.

Su richiesta dei tesserati e su proposta di Callori ho nominato , a norma di statuto, un delegato cittadino: Monica Pietrasanta. A Monica é stato affidato l'arduo compito di tentare una mediazione . Monica in concertazione con Callori non é riuscita a far cadere i veti di Albertini sulle persone di Forza Italia ed in accordo con il territorio e con Callori  ha quindi  preso atto che l'unica strada percorribile era una lista dei tesserati Forza Italia , Lega Nord e Civici. Tutte persone di alto profilo e radicate in Alta Val Tidone. Io con piacere e convinzione ho avvallato una scelta che, contrariamente a quanto dice Papamarenghi, viene dal territorio e non da Bologna.

Ieri pomeriggio ho sentito telefonicamente Callori chiedendo cosa stava facendo Papamarenghi anche in virtù di problemi sui simboli di Castelvetro Piacentino, richiesta che Papamarenghi non aveva inviato al regionale ponendo in difficoltá i presentatori di lista e che io ho dovuto risolvere. Callori mi aveva comunicato che sentito Papamarenghi lo stesso lo aveva informato che avrebbe presenziato a Castelvetro ma non in Alta Val Tidone .

La mia sorpresa é quindi grande. Incontri, veti e scelte nascono ed evolvono nel Piacentino, come é giusto che sia. Io avvallo le scelte in virtù anche degli accordi che con la Lega Nord condividiamo sull'intero territorio regionale. I problemi con Papamarenghi verranno risolti nelle sedi opportune perché tacere pseudo accordi locali con Callori e con il sottoscritto è una posizione grave, dichiararli  solo a mezzo stampa, senza tenere  conto dei tesserati locali e dei dirigenti,  é una ulteriore aggravante.  Indipendentemente dai problemi  interni, io so che nella lista civica con candidato Cassi , ci sono i tesserati di Forza Italia, che le persone candidate e il candidato sindaco sono persone di livello, innamorate del loro territorio e con un programma semplice ma realizzabile per il bene del Comune.  I voti non li portiamo né io , che sono stato una volta in Alta Val Tidone, né Papamarenghi che non ci é mai stato. I cittadini sapranno a chi dare il voto in base alle proposte e alle persone».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Animale sulla strada, si ribalta tra il guard rail e il muro di una casa

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

Torna su
IlPiacenza è in caricamento