Anche a Piacenza si raccolgono le firme per chiedere un referendum di uscita dall’Ue

I moduli per la raccolta firme sono stati consegnati all’ufficio Quic del Comune di Piacenza, l'obiettivo è raccoglierne 50mila in tutta Italia

Nel Comune di Piacenza è stata avviata l'iniziativa di raccolta firme per un “Referendum di indirizzo per l'uscita dall’Unione Europa”. Un gruppo di promotori – con portavoce Bruno Aprile - del comitato si sta dando da fare. «L'obiettivo dell'iniziativa – spiega il comitato - è presentare un disegno di legge costituzionale perché venga indetto un referendum di indirizzo affinché, in caso di vittoria del sì, il governo si faccia portavoce ed interprete della volontà democratica popolare ai sensi dell’articolo 1 della Costituzione italiana ed avvii la procedura di uscita dall’Unione Europea ai sensi dell’articolo 50 del Trattato sull’Unione Europea. L'unico strumento che oggi i cittadini possono utilizzare, è il progetto di legge di iniziativa popolare che richiede almeno 50.000 firme, per poter essere depositato in Parlamento ed essere lì discusso. Le proposte di legge di iniziativa popolare presentate finora e trasformate dal Parlamento in legge sono il 13%. Maggiori informazioni ed il testo completo della Proposta sono presenti nel sito www.comitatouscitaue.it,

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I moduli per la raccolta firme sono stati consegnati all’ufficio Quic del Comune di Piacenza, dove i cittadini potranno recarsi per sottoscrivere l'iniziativa nei seguenti giorni ed orari senza appuntamento: Lunedì – Martedì e Giovedì dalle 8.15 alle 17 Mercoledì e Venerdì dalle 8.15 alle 13.30 Sabato dalle 8.15 alle 12.15. Per i banchetti di raccolta firme per i quali abbiamo già autorizzazione di occupazione del suolo pubblico non è ancora possibile raccogliere le firme per mancanza di autenticatori a cui è stata richiesta la disponibilità con una prima email inviata a tutti i consiglieri comunali ed assessori ed una seconda richiesta con sollecito e diffida ad adempiere che non hanno ricevuto riscontro alcuno. Oggi eravamo in via XX Settembre con un banchetto a fare solamente volantinaggio senza poter fare firmare i cittadini nonostante abbiamo i fogli di raccolta firme vidimati dal tribunale di Piacenza».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta in moto contro un'auto che fa inversione, giovane all'ospedale

  • Frontale a Castellarquato: muore un uomo, altre due persone sono gravissime

  • Norme anti covid, multati due locali aperti dopo mezzanotte. Nei guai anche un cliente senza mascherina

  • Travolto da un Tir mentre cammina al buio sul cavalcavia, 24enne in fin di vita

  • Ennesimo tragico infortunio sul lavoro, agricoltore muore schiacciato dal trattore

  • Ladri sfondano l'ingresso e portano via le bici da corsa, fallisce il colpo da Raschiani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento