rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Politica

Pugni lascia il Movimento 5 Stelle: «Esperienza finita»

Il capogruppo pentastellato entra nel Gruppo Misto: «Il Movimento non è più quello di prima, è stato svuotato». Un futuro nel centrodestra? «Serve un cambio di passo attorno alla Barbieri»

Anche Andrea Pugni lascia il Movimento 5 Stelle. Il capogruppo pentastellato in Consiglio comunale a Piacenza abbandona la nave pentastellata, lasciando solo Sergio Dagnino, ad oggi l’unico piacentino eletto a rappresentare il Movimento fondato da Beppe Grillo. Entrerà nelle prossime ore nel Gruppo Misto. «Non mi ritrovo più – spiega lo stesso Pugni – in un Movimento che è cambiato, non è quello di prima. Non abbiamo ottenuto quello che volevamo a livello nazionale alla guida del Paese. A livello locale abbiamo fatto bene ma, di fatto, non esistiamo».

Pugni ha comunicato la decisione ai deputati emiliani Gabriele Lanzi e Davide Zanichelli, oltre che al collega consigliere – e compagno di tante battaglie – Sergio Dagnino. Ora si apre un futuro nel centrodestra per Pugni, già candidato nel 2002 in Forza Italia? «Ero e rimango un liberale – risponde -, ideologicamente mi sono sempre sentito appartenere al centrodestra moderato. Quando il Movimento ha ottenuto il 32% a livello nazionale è perché riusciva a rappresentare anche gli elettori di centrodestra. Ma è stato svuotato da Lega e Fratelli d’Italia. Per me, infatti, questa esperienza è stata importante, ma ora è finita».

Il prossimo anno ci sono le Elezioni Amministrative a Piacenza. La vedremo a sostegno della Barbieri? «Il centrodestra è ancora in alto mare – precisa Pugni - in vista del voto. Non basta la ricandidatura a sindaco di Patrizia Barbieri. Serve un cambio di passo, occorrono figure diverse, gente che riesca a garantire un impegno di un certo tipo in Giunta. La squadra di governo della città deve essere più coesa e così anche la maggioranza in Consiglio comunale. Poi bisogna anche proporre progetti forti. In questi cinque anni ci sono state diverse lacune. Potrei appoggiare il sindaco uscente, se dimostrasse di voler fare un salto di qualità».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pugni lascia il Movimento 5 Stelle: «Esperienza finita»

IlPiacenza è in caricamento