«Annullato il Consiglio alla Casa del Popolo, il sindaco non all'altezza del ruolo di presidente dell'assemblea»

La nota del consigliere di minoranza Michele Maschi

«I consiglieri comunali di Rivergaro, di minoranza e maggioranza, aspettavano da mesi di poter celebrare i Consigli comunali in presenza, modalità sostituita dalle videoconferenze a causa dell’emergenza Covid-19. Finalmente era arrivata l’occasione buona: infatti, in seguito alla conferenza dei capigruppo, il sindaco Albasi, in qualità di presidente dell'assemblea aveva convocato sabato 28 novembre, la riunione pubblica all'auditorium della Casa Comunale. L’ampio salone avrebbe accolto adeguatamente i partecipanti e la cittadinanza alle 21». Così scrive in una nota Michele Maschi, consigliere comunale del gruppo "Noi per Rivergaro" (ed esponente di Fratelli d'Italia). «Il sindaco, però, pare non abbia preso adeguatamente in considerazione l’ultimo DPCM, che vieta alle persone di uscire di casa nella fascia oraria tra 22 e le 5. Considerato che - prosegue -  il Consiglio sarebbe andato ben oltre l’inizio del coprifuoco, il sindaco doveva dotarsi di un sistema di trasmissione audio/video che consentisse ai cittadini di seguire l’incontro del Consiglio svolto in presenza, come fanno già da tempo diverse altre Amministrazioni. Inoltre, va ricordato che lo stesso sindaco Albasi, più di un anno fa, dichiarò che un impianto di registrazione  si sarebbe dovuto installare a gennaio 2020». «Ritenendo imprescindibili i principi di pubblicità e partecipazione della cittadinanza ai consigli comunali (sanciti da Regolamento),  ho scritto al sindaco per invitarlo ad integrare l'organizzazione del consesso di domani in modo che la cittadinanza possa seguire i lavori anche da remoto. Il sindaco anziché adoperarsi per trovare tempestivamente una soluzione anche provvisoria, ha invece preferito annullare la convocazione in presenza ritornando alla modalità videoconferenza. Così nella giornata di oggi ha dato avviso dell'urgente cambio di programma, glissando totalmente sul motivo dell'annullamento. Si tratta di un altro appuntamento mancato che va ad aggiungersi alla lunga lista di promesse non mantenute da questa Amministrazione».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Noi non ce l’abbiamo fatta». Dopo 15 anni di attività la trattoria finisce in “svendita”

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Per 30 anni in prima linea, il 118 piange Antonella Bego. «Perdiamo una professionista e un'amica»

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

Torna su
IlPiacenza è in caricamento