rotate-mobile
Giovedì, 11 Agosto 2022
Politica

Foti (Fdi-An) ritira il progetto di legge sui delitti politici del periodo '44-'48

Foti: «Non sono interessato al revisionismo storico, alla riscrittura della storia, ma era importante dare un segnale non solo a quella minoranza che era dalla parte sbagliata, ma anche a quella maggioranza costretta a subire ingiustizie pur non avendo partecipato alla guerra»

Tommaso Foti (Fdi-An) ha ritirato in aula la proposta di legge alle Camere, di cui era presentatore e relatore, sulla "Costituzione di una commissione parlamentare d’inchiesta sulla violenza politica negli anni 1944-1948". Il progetto di legge si proponeva l’obiettivo di «Accertare il numero e l’identità delle persone uccise o scomparse nel periodo 1944-1948, la cui uccisione o scomparsa possa essere collegata a moventi politici, nonché le circostanze in cui tali uccisioni o scomparse siano avvenute». Nella proposta si chiedeva inoltre di «Ricostruire, documentare e illustrare, con intenti di accertamento storico politico, i caratteri della lotta politica e delle tensioni sociali di quegli anni, nonché i rischi di involuzioni antidemocratiche verificatisi in tale periodo».

Foti, intervenendo in assemblea legislativa, ha dichiarato di «Non essere interessato al revisionismo storico, alla riscrittura della storia», rimarcando, invece, l’importanza di «Dare un segnale non solo a quella minoranza che era dalla parte sbagliata, ma anche a quella maggioranza costretta a subire ingiustizie, pur non avendo partecipato alla guerra».

Il testo era arrivato in aula licenziato dalla commissione Cultura con parere contrario.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Foti (Fdi-An) ritira il progetto di legge sui delitti politici del periodo '44-'48

IlPiacenza è in caricamento