rotate-mobile
Domenica, 23 Giugno 2024
La polemica

L'assessore in Vespa nel parco Galleana. Il centrodestra: «Le regole non valgono?». Dadati: «Mi scuso»

L’assessore allo sport immortalato in un video mentre attraversa il parco con un motociclo. In serata le scuse: «È vero, ho sbagliato, ma stavo lavorando anch'io»

È arrivato e se ne è andato dal Parco della Galleana in vespa. L’assessore allo sport e alle politiche educative Mario Dadati, insieme al portavoce del sindaco, Andrea Pasquali, mentre stavano svolgendo un sopralluogo, sono finiti nel mirino del centrodestra. Un video, realizzato da alcuni fruitori del parco, immortala i due mentre se ne vanno in sella al motociclo dal parco della Galleana, chiaramente proibito ad ogni mezzo a motore. Il video è stato pubblicato sui social dai consiglieri Luca Zandonella e Sara Soresi. «Forse questa regola non vale per gli assessori della giunta Tarasconi (ed i portavoce) – aggiungono gli esponenti di Lega e Fratelli d’Italia - che addirittura attraversano il prato in vespa? Com’era? Ah, sì: “Io so io e voi non siete un c….”. Da queste piccole cose si capisce bene l'atteggiamento con il quale questa amministrazione gestisce la cosa pubblica».

LA REPLICA DELL'ASSESSORE DADATI: «Stavo lavorando, ma è vero ho sbagliato»
«Purtroppo oggi ero di corsa, tra i sopralluoghi in due cantieri e una conferenza stampa, e non ho spento il motore sul viale di ghiaia. Stavo lavorando, ma ho di certo sbagliato. E’ vero - replica direttamente l'assessore Mario Dadati - questa mattina ho percorso in Vespa il viale in ghiaia del parco della Galleana per raggiungere il cantiere nell’area in cui stiamo realizzando un punto attrezzato di outdoor fitness. Non sono certo andato a fare un giro nel parco in Vespa, naturalmente, e chi mi ha visto arrivare e mi ha fotografato e filmato, lo sa benissimo: stavo lavorando, e con me c’era il portavoce che ha documentato l’avanzamento del cantiere per fornire agli organi di informazione alcune immagini al termine della conferenza stampa». 

«Eravamo di fretta - sottolinea - e ho pensato di raggiungere il cantiere il prima possibile. Non mi sognerei mai di percorrere il viale di un parco con un mezzo a motore per diletto o svago. Mi sono mosso come si muovono i lavoratori del cantiere con i loro mezzi, perché è così che mi considero. Ed è stato probabilmente un errore di cui mi scuso». 

«Ci tengo a fare una precisazione però - conclude - non è vero che l'episodio si è verificato in più occasioni; ho sempre spento il motore e proceduto a spinta, e di questo sono testimoni le stesse persone tra le quali c’è chi ha filmato il mio arrivo».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'assessore in Vespa nel parco Galleana. Il centrodestra: «Le regole non valgono?». Dadati: «Mi scuso»

IlPiacenza è in caricamento