menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

«Attivare conciliazione a distanza per controversie con gestori delle reti di telecomunicazione»

Interrogazione al sindaco Dosi di Tommaso Foti ed Erika Opizzi di Fratelli d'Italia

"Sono in tutto 137 le istanze di conciliazione inviate dai piacentini, a fronte delle oltre 6.000 presentate a livello regionale, al Corecom dell'Emilia-Romagna. Un numero esiguo dettato dal fatto che la relativa procedura ha luogo a Bologna e, quindi è aggravata da onerose spese di viaggio".
lo sostengono Tommaso Foti ed Erika Opizzi, consiglieri comunali di Fratelli d'Italia, in un'interrogazione rivolta al sindaco Dosi.

Dopo avere sottolineato che "tra i compiti del Corecom rientra anche quello di contribuire a comporre le controversie insorte tra utenti e gestori di rete (telefonia mobile, fissa, web e pay tv) mediante un servizio di conciliazione rapido, semplice e gratuito offerto dal Corecom stesso", i consiglieri di FdI evidenziano come quest'ultimo "svolge detto servizio anche "a distanza": è il caso dei comuni di Cesena e di Rimini."

"Il servizio di conciliazione a distanza - si legge nell'interrogazione - è disciplinato da apposita convenzione in ragione della quale il Corecom corrisponde al Comune un contributo forfettario onnicomprensivo rapportato al numero di giornate di udienza, oltre a fornire in comodato gratuito una stazione di videoconferenza. Il Comune, da parte sua, individua il dipendente che dovrà svolgere i servizi di conciliazione in video conferenza e mette a disposizione una sala adeguata per l’accoglienza degli utenti".

"Stante l'importanza per gli utenti piacentini di potere disporre del servizio di conciliazione a distanza relativo alle controversie (ad esempio: fatturazioni, malfunzionamenti e disservizi, portabilità del numero fisso o mobile, recesso, trasparenza, attivazione, ritardi,etc ) insorte con i gestori di rete (telefonia mobile, fissa, web e pay tv)",  Foti e Opizzi chiedono al Sindaco Dosi "se intende richiedere al Corecom dell'Emilia-Romagna l'attivazione, almeno in via sperimentale, del sevizio."

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento