rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Politica

Ballottaggio, si intensificano i contatti: Tarasconi chiama Sforza

Con poco più di ottocento voti di differenza, centrosinistra e centrodestra pianificano le mosse elettorali per conquistare la maggioranza al ballottaggio

Cellullari roventi in queste ore nella politica locale. In vista del ballottaggio di domenica 26 giugno si intensificano i contatti tra i due schieramenti rimasti in campo, quello del centrodestra di Patrizia Barbieri e quello del centrosinistra di Katia Tarasconi, con i due raggruppamenti rimasti fuori dal secondo turno: Alternativa per Piacenza di Stefano Cugini e Liberali Piacentini-Terzo Polo di Corrado Sforza Fogliani.

Alla luce del sole il centrodestra ha fatto sapere di voler incontrare Sforza Fogliani per raggiungere un’intesa. Non è ancora dato sapere se si parla di apparentamento ufficiale (andrebbe fatto entro domenica 19 giugno e garantirebbe altri due posti in Consiglio comunale ai Liberali Terzo Polo, facendo entrare Filiberto Putzu e Antonio Levoni) o di un sostegno esterno. Comunque le due parti avranno modo di chiarire.

Ma Sforza Fogliani è stato anche contattato da Katia Tarasconi (che avrebbe chiesto un incontro), candidata sindaco del centrosinistra. Nulla di sorprendente, d'altronde Tarasconi nelle dichiarazioni ha sempre fatto sapere di voler parlare e coinvolgere tutti, non solo gli elettori della sinistra che hanno votato per Stefano Cugini. Sarebbe però clamoroso il sostegno - diretto o indiretto - dell’avvocato Sforza a una coalizione di centrosinistra guidata dal Pd.

Tarasconi ha telefonato anche a Stefano Cugini, ma il veto agli apparentamenti - annunciato molte volte dalla consigliera regionale - per ora rimane. Cugini, invece, sul suo profilo Facebook “chiude la porta” al centrodestra, anzi, «alla destra». Sarà l’assemblea di Alternativa per Piacenza, in programma domani sera (Teatro Trieste, ore 21), a chiarire meglio le idee ai candidati delle quattro liste in suo sostegno.

Tarasconi e Barbieri sono divise da poco più di ottocento voti, i due schieramenti studiano così tutte le mosse possibili per cercare di ottenere la maggioranza dei voti al ballottaggio del 26 giugno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ballottaggio, si intensificano i contatti: Tarasconi chiama Sforza

IlPiacenza è in caricamento