Ballottaggio tra Barbieri e Rizzi. Si vota dalle 7 alle 23

Piacentini chiamati nuovamente alle urne per eleggere il nuovo sindaco tra Patrizia Barbieri (centrodestra) e Paolo Rizzi (centrosinistra)

Il gran giorno è arrivato. Dalle 7 alle 23 di oggi, domenica 25 giugno, si vota per il ballottaggio delle Elezioni Amministrative di Piacenza. I 76mila piacentini con diritto di voto possono scegliere il nuovo sindaco tra Patrizia Barbieri (centrodestra) e Paolo Rizzi (centrosinistra). Barbieri è sostenuta dai tre partiti di centrodestra Lega Nord, Fratelli d’Italia e Forza Italia più “Pensionati” e “Prima Piacenza”, e ha ottenuto al primo turno oltre 14mila 625 voti, pari al 34,78%. Paolo Rizzi (appoggiato da Partito Democratico, “Con Rizzi la Piacenza del futuro”, “Piacenza Più”) ha conquistato 11mila 856 preferenze, pari al 28,20%. Il distacco tra i due è stato di quasi 2800 voti, 6 punti e mezzo percentuali. Ma al ballottaggio si riparte da zero a zero: occorre riportare i propri elettori nuovamente al voto – mai Piacenza aveva votato così tardi, a estate iniziata – e convincerne altri (astenuti e ed elettori di altri candidati) per conquistare Palazzo Mercanti.

Alto il pericolo astensione: al primo turno il 44% dei piacentini ha deciso di disertare le urne. Si è recato a scegliere il nuovo sindaco solo il 56% degli aventi diritto: poco più di un piacentino su due. Barbieri e Rizzi non sono appoggiati da ulteriori nuove forze o liste, e hanno perciò proseguito la loro campagna elettorale tra la gente, promuovendo la propria proposta amministrativa. 

Nel 2012 al ballottaggio – tra Paolo Dosi (poi eletto sindaco) del centrosinistra e Andrea Paparo del centrodestra – andarono a votare in 41.979, il 54,39% degli aventi diritto. In quell’occasione il centrosinistra prevalse con 23.710 voti (il 57,77%) contro i 17.331 del centrodestra (42,23%). Il confronto, rispetto ad allora, sembra più incerto. Il dato dell’affluenza è destinato a scendere – si votò in maggio e in due giornate - ma uno tra Patrizia Barbieri e Paolo Rizzi sarà comunque il sindaco di Piacenza per i prossimi cinque anni.

Per poter votare occorre avere con sè la tessera elettorale e un documento d'identità.

La scheda elettorale

Il nuovo consiglio comunale in caso di vittoria di Rizzi o Barbieri

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Al fisco 5mila euro e lavoratori in nero ma in casa un tesoro da mezzo milione: ristoratori indagati

  • Piacenza e l'Emilia-Romagna in zona arancione: quello che c'è da sapere

  • Animale sulla strada, si ribalta tra il guard rail e il muro di una casa

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

Torna su
IlPiacenza è in caricamento