Barbieri da Salvini: «Un’occasione per approfondire temi che vedono la coalizione impegnata»

La neoeletta sindaco di Piacenza, Patrizia Barbieri, ha partecipato alla convention della Lega Nord, organizzata da Matteo Salvini a Piacenza nella mattinata del 16 luglio

Barbieri e Salvini (foto Salvatori)

«Ritengo doveroso come sindaco di una coalizione di centrodestra presenziare a tutti gli eventi che riguardano i partiti che hanno sostenuto la mia candidatura». Risponde così la neoeletta sindaco di Piacenza, Patrizia Barbieri, davanti ai microfoni della stampa, quando le viene chiesto il motivo della sua partecipazione alla convention della Lega Nord, organizzata da Matteo Salvini a Piacenza nella mattinata del 16 luglio.

«Anche la Lega ha partecipato attivamente alla mia campagna elettorale, tant’è che ha espresso molti consiglieri, ci sono assessori, oggi sono qua perché c’è la Lega, c’è Matteo Salvini, se ci sarà l’occasione per Forza Italia, per Fratelli d’Italia, per i pensionati e per tutti quelli che mi hanno sostenuta, andrò anche da loro».

Lei che non è leghista come affronta questa coabitazione?  «Molto bene. Questo l’ho sperimentato in campagna elettorale e lo sto sperimentando già nel primo periodo. Devo dire che le motivazioni su una programmazione seria e condivisa per il bene della collettività, è il collante di tutte le componenti. Non ho alcun tipo di problema, alcun tipo di tensione, è un clima collaborativo».

Quello che viene proposto qua secondo lei è un laboratorio che può essere esportato a livello nazionale?  «Penso proprio di sì perché effettivamente con questa unione, con questa coalizione che era caratterizzata anche da una componente civica che portava il mio nome, ha dato un risultato evidente».

Ci sono punti di contatto tra il suo programma e quello proposto da Salvini insieme a economisti e professori? «Sì, alla fine questo è il programma del centrodestra, quindi è stata un’occasione per approfondire alcuni temi che vedono tutta la coalizione impegnata».

Oggi si è parlato di problemi e sono state lanciate delle proposte.  «Si, anche delle risposte, sulle quali secondo me può essere utile un confronto a trecentosessanta gradi da parte dei partiti di centrodestra, quindi degli spunti molto interessanti».

I temi che l’hanno maggiormente colpita e incuriosita oggi?  «Sicuramente oltre a quelli di carattere economico, quello sulla natalità e il discorso sulla demografia. Ci sono dati che bisogna far conoscere e sui quali occorre ragionare».

Matteo Salvini si è detto «orgoglioso di quello che stanno facendo i nuovi sindaci, da Piacenza a Verona, da Monza a Genova, da L’Aquila ad Alessandria. Aver scelto Piacenza è anche un modo per ringraziare gli elettori che hanno avuto fiducia in ni e che ci hanno votato». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Animale sulla strada, si ribalta tra il guard rail e il muro di una casa

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

Torna su
IlPiacenza è in caricamento