Politica

«Barbieri bis? Mi prendo tempo, forse a gennaio mi chiederanno di decidere»

Il sindaco non scioglie ancora la riserva sulla ricandidatura: «Voglio essere libera da tensioni. Con “Liberi” valutazioni in corso, i “Liberali” sono nel centrodestra. Cerco di non guardare le critiche. Dagli assessori mi aspettavo qualcosa in più, ma sono molto esigente»

Nel centrodestra si dà per scontato, ma la diretta interessata, in verità, non ha ancora sciolto la riserva. Patrizia Barbieri, durante l’incontro di fine anno con la stampa a Palazzo Mercanti, non ha voluto annunciare cosa sarà del suo futuro. Si ricandiderà a sindaco di Piacenza? Ecco quello che ha detto al riguardo, non sbottonandosi più di tanto.

«Avevo chiesto tempo – spiega Barbieri - sulla mia candidatura e questo non è ancora scaduto. Sono concentrata a portare a casa i risultati in questo mandato, oggi parlo a voi della stampa come “sindaco” e non come “candidato sindaco”».

Perché ha chiesto tempo? «L’ho fatto per valutare tutto. Anche per valutazioni personali, sono stati cinque anni duri, sotto tutti i punti di vista».

«Quando ho accettato di fare il sindaco nel 2017 – ha aggiunto – l’ho fatto con un grande spirito di servizio. Vorrei concentrarmi in questo periodo sulle ultime cose, libera da tensioni. Non siamo ancora arrivati al punto di dover prendere delle decisioni. Il centrodestra o qualcuno il mese prossimo probabilmente mi dirà: “cosa hai deciso”? Adesso posso ancora dedicarmi alle cose da svolgere».

IL RAPPORTO CON LA GIUNTA

Più volte le cronache politiche hanno riportato alcune divergenze tra il sindaco e la squadra degli assessori. Barbieri è tornata sull’argomento. «Sono esigente con me stessa, lo sono anche con gli altri. Avrei voluto vedere qualcosa di più da qualche assessore. Però di fronte ai risultati presentati oggi, non posso dire che non abbiano lavorato. Forse chiedevo qualcosa in più, perché sono esigente. Certe cose potevano essere fatte meglio, anche da parte mia. Ma i risultati ci sono».

LE ALLENZE

Sul fronte delle “alleanze”, si è arrivati a un accordo con il gruppo “Liberi” di Massimo Trespidi e con i “Liberali Piacentini” di Antonio Levoni?  «I Liberali fanno ancora parte della maggioranza, anche con i loro voti. Sicuramente affronteremo questo tema nella sede opportuna. Su “Liberi”, valuteremo».

LE CRITICHE

Sindaco, le critiche più aspre arrivano da persone con le quali ha collaborato, come gli ex assessori Putzu e Polledri o Sforza Fogliani. Come le prende le considerazioni negative che arrivano sul suo operato? «Sono concentrata su quello che devo fare. Mi prendo i complimenti e anche le critiche, fa parte del mestiere. Cerco di non guardarle. Anzi, non guardo proprio i commenti, c’è da rovinarsi la vita a leggerli tutti. E non rispondo. Se vogliono venire a parlare di persona, rispondo. Se uno si mette a guardare queste cose, non lavora».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Barbieri bis? Mi prendo tempo, forse a gennaio mi chiederanno di decidere»
IlPiacenza è in caricamento