Mercoledì, 28 Luglio 2021
Politica

Barbieri: «Sconcertati e scossi dall'arresto, Amministrazione estranea alla vicenda»

Il primo cittadino commenta l’arresto del presidente del Consiglio comunale di Piacenza: «Massima fiducia nella magistratura a apprezzamento per le forze dell’ordine. Non accettiamo basse speculazioni politiche»

Patrizia Barbieri e Giuseppe Caruso in aula

Nella serata del 24 giugno, durante il voto in Consiglio comunale sulla variazione di bilancio, come è prassi, erano seduti vicini. Poi, nella mattina del 25 giugno, l’arresto. Il sindaco Patrizia Barbieri ora commenta la notizia che coinvolge Giuseppe Caruso, presidente del “parlamentino” di Palazzo Mercanti ed esponente di Fratelli d’Italia. Vicenda che ha scosso tutto il mondo politico e istituzionale piacentino. «La notizia del coinvolgimento nell’indagine antimafia di Giuseppe Caruso – dichiara Barbieri in una nota - comunque non nell’ambito della sua attività politica o amministrativa, ma espressamente legata al suo ruolo di Barbieri e Giuseppe Caruso-2funzionario dell’Agenzia delle Dogane e alla sua attività professionale privata, ci ha lasciato sconcertati e profondamente scossi. Nell’esprimere il grande apprezzamento per l’operazione delle forze dell’ordine e massima fiducia nell’azione della magistratura, riaffermiamo la massima condanna per ogni tipo di mafia, che combattiamo e combatteremo sempre con il massimo impegno e con tutte le nostre forze. Ribadiamo la totale estraneità dell’amministrazione e del Comune di Piacenza da questa vicenda, per cui non accettiamo alcun tipo di bassa speculazione politica, e valuteremo ogni azione a tutela del buon nome e della trasparenza dell’attività dell’ente».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Barbieri: «Sconcertati e scossi dall'arresto, Amministrazione estranea alla vicenda»

IlPiacenza è in caricamento