Bariola e Colla: «Il Comune di Piacenza sostenga i servizi educativi»

I due consiglieri comunali: «Il privato sociale ha il diritto di essere sostenuto con tutti gli strumenti e le risorse»

Roberto Colla e Gianluca Bariola

«Non saranno settimane e mesi semplici quelli che verranno. Purtroppo è la dura realtà. Invitiamo, cercando di testimoniarlo per primi, ad adottare, nell’approccio al proprio ruolo, l’esempio di San Bernardo: vedere tutto, sopportare molto, aggiustare una cosa alla volta. Per procedere con ordine ed essere efficaci nell’affrontare e cercare di risolvere i problemi, ognuno ha il dovere di fare bene ciò di cui si occupa. Chiediamo all’amministrazione comunale di svolgere fino in fondo il proprio ruolo, secondo le sue competenze, per rispondere ai cittadini, alle famiglie e alle imprese. Più che mai, ora, c’è l’esigenza di moltiplicare gli sforzi e le attenzioni a servizio dei più deboli, dei più fragili, dei più vulnerabili e di chi se ne prende cura. Il privato sociale piacentino: servizi educativi e d’infanzia, servizi sociali, servizi socio/sanitari, ha il diritto di essere sostenuto con tutti gli strumenti e le risorse di cui il Comune dispone “in proprio” o che può attingere da altri enti. È una parte fondamentale del nostro welfare secondo il principio di sussidiarietà. La Regione Emilia-Romagna ha messo a disposizione risorse finanziarie per i Comuni che hanno il dovere di destinarle a quelle finalità per cui sono state stanziate. Non perseguire questa politica, significa, in un futuro prossimo, non avere servizi essenziali per rispondere alle categorie di persone a cui, primariamente, deve andare la nostra attenzione. Le altre problematiche non sono meno importanti o meno impellenti; possono essere argomento di dibattito regionale o governativo, ma non sono operatività dell’amministrazione Comunale, proprio perché non di sua competenza amministrativa: lavoro, sanità, ripresa delle attività. È necessario, in questo momento straordinario, agire secondo le proprie competenze. Nei limiti dell’operatività dell’amministrazione Comunale è doveroso assumersi la responsabilità politica delle scelte: dichiarare le proprie priorità e tradurle in azioni. Noi suggeriamo di applicare, nella linea politica che l’amministrazione sceglierà, il consiglio di don Milani: “non c’è ingiustizia più grande che fare parti uguali fra disuguali”».

I consiglieri comunali Gianluca Bariola (La Piacenza del futuro) e Roberto Colla (Piacenza Oltre)

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esce di strada e si ribalta in un campo, muore a 32 anni

  • Ruba scarpe da 40 euro ma nella mascherina ne ha più di 6mila: nomade denunciata

  • Cavo nel bosco ad altezza gola, ciclista piacentino salvo per miracolo

  • Invia le foto del tradimento alla moglie dell'amante della sua compagna, prima condanna per revenge porn a Piacenza

  • «Ho ucciso Leonardo, ma l’ho fatto per difendermi. Chiedo scusa alla famiglia»

  • Ferriere, il nuovo sindaco è Carlotta Oppizzi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento