Bocciato il “question time” dei 5 Stelle: «Ci siamo già noi consiglieri»

La proposta dei pentastellati Pugni e Dagnino di far parlare in aula i cittadini è stata rigettata dal Consiglio. Il vicesindaco Baio: «Esistono diversi modi per raccogliere le istanze dei piacentini»

Andrea Pugni e Sergio Dagnino

I cittadini non potranno fare domande in Consiglio comunale. È stata respinta dalla maggioranza la proposta del Movimento 5 Stelle di portare a Piacenza il “question time” dei cittadini. I consiglieri Sergio Dagnino e Andrea Pugni volevano dedicare, almeno una volta al mese, i primi 30 minuti di una seduta del Consiglio allo svolgimento del "Question time del cittadino". Consiste in una sola domanda, formulata dai cittadini in modo chiaro e conciso (tempo massimo per l’esposizione tre minuti), su argomenti di rilevanza generale, connotati da urgenza o particolare attualità politica, riguardanti comunque problematiche inerenti il territorio comunale. Nei giorni fissati il cittadino richiedente è tenuto a presentarsi personalmente nell'aula consiliare al fine di esporre, nel tempo massimo fissato di tre minuti, l'oggetto della domanda. La presentazione delle domande è effettuata, in seduta pubblica ed "aperta", nell'ordine cronologico di iscrizione. Il sindaco, l'assessore o il consigliere competente per materia rispondono alla domanda nel tempo massimo di cinque minuti ed il cittadino interpellante avrà a disposizione ulteriori due minuti per dichiararsi "soddisfatto" o "non soddisfatto" della risposta ricevuta. In ciascuna seduta consiliare potranno essere trattate non più di tre richieste dei Cittadini. La proposta ha raccolto il voto favorevole, oltre che dei 5 Elena Baio-11Stelle, di Partito Democratico e Piacenza in Comune. Contro, la maggioranza.

È stato il vicesindaco Elena Baio a respingere la proposta. «Tema sicuramente suggestivo – ha dichiarato in aula - ma non convincente. Ritengo che ci siano già i consiglieri comunali che raccolgono le istanze dei cittadini, che li hanno votati proprio per questo. Ci sono poi tanti modi di mettere in contatto la Pubblica Amministrazione e i piacentini. Io e i miei colleghi dedichiamo molte giornate a ricevere la cittadinanza. Non è portare qui i cittadini a parlare che si risolvono le cose. Si può immaginare poi che questi possano essere “pilotati” nel venire a parlare qui. Se poi volessero intervenire cento persone, ci vorrebbe un anno di tempo per sentirli tutti qua dentro, stando ai contenuti della proposta dei 5 Stelle». Molti si sono riconosciuti in questa posizione. «C’è una divisione dei ruoli tra assessori, consiglieri e la cittadinanza», ha fatto notare il capogruppo di Fd’I Giancarlo Migli.  «Si delegittima il nostro ruolo», è il parere di Francesco Rabboni (Forza Italia). Michele Giardino (Gruppo Misto) ha evidenziato come il tema della “democrazia diretta” sia «l’argomento principale della propaganda del Movimento 5 Stelle».

«Proposta lodevole – ha espresso Nelio Pavesi (Lega) - ma i cittadini in Consiglio comunale non ci vengono, non sono interessati. Ma quando intervengo nelle interrogazioni, parlo a nome di molti cittadini, che mi segnalano le cose». «Sono principi che non condivido – ha preso la parola Massimo Trespidi (Liberi) -. Siamo in una democrazia rappresentativa e non diretta, lo hanno deciso i padri costituenti. Il tema è il miglior reclutamento del personale politico, non la sua retrocessione». «Dire che i cittadini sono pilotati da qualcuno – ha detto il capogruppo Pd Stefano Cugini - non è corretto». Sergio Dagnino ha provato a difendere la proposta, criticando l’atteggiamento dei colleghi. «La politica è autoreferenziale, viviamo in una bolla di auto-referenzialità. Per discutere una cosa che meriterebbe 20 minuti in quest’aula, ci mettiamo un’ora e mezza».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tenta un sorpasso a velocità folle poi si ribalta e tenta di scappare a piedi: denunciato

  • Scandalo Levante, indagato il colonnello dell'Arma Corrado Scattaretico

  • San Polo, camion di pomodori si ribalta e perde tutto il carico

  • Rissa al Tuxedo, parla il gruppo dei campani: «Noi offesi, minacciati e insultati»

  • Calvino e Don Minzoni: due fratelli positivi al Coronavirus, isolate 54 persone

  • Muore schiacciato sotto un trattore a Ferriere

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento