Bonaccini: «Con il Mes facciamo l’ospedale di Piacenza». Rancan: «Un bluff»

L’assessore alla sanità Donini, replicando a Rancan: «Ospedale di Piacenza già finanziato, con il Mes potremmo investire nel Piacentino per potenziare altri servizi»

Stefano Bonaccini vuole i miliardi di Mes per rifondare la sanità dell'Emilia-Romagna e non esita a sfidare Matteo Salvini e Giorgia Meloni ad un confronto pubblico sui fondi della discordia. Quei fondi «sono anche cantieri che aprono, imprese che lavorano, maestranze, fornitori, allestitori. Mi piacerebbe fare un bel dibattito con Salvini e Meloni su queste questioni e poi vediamo cosa spieghiamo agli italiani a proposito di chi è favorevole e chi è contrario», ha mandato a dire il presidente della Regione, in diretta a Omnibus su La7 nella Stefano Bonaccini-54mattinata del 5 agosto.

Bonaccini torna dunque ad incalzare sul Mes, con cui vorrebbe potenziare la sanità della sua regione. «Per l'Emilia-Romagna sarebbero tra i due e i tre miliardi di euro, senza condizionalità, cioè non pagherebbero il debito i nostri figli. A chi si oppone al Mes e voleva qui in campagna elettorale privatizzare la sanità pubblica dell'Emilia-Romagna, hanno risposto gli elettori, non io».

Bonaccini cita i nuovi ospedali, come quello di Piacenza, ma ha in mente anche di «ristrutturare alcuni ospedali per ampliarli». Ci sono poi le Case della salute e l'assistenza domiciliare, «dove dobbiamo arrivare al 10%». Perché soprattutto «alcune fasce di popolazione, le persone anziane e disabili, è bene curarle al proprio domicilio». Nei piani della Regione c'è poi l'assunzione di nuovo personale sanitario, perché «abbiamo bisogno di mettere una nuova generazione nel sistema sanitario pubblico». Tutto questo, avverte poi Bonaccini, si potrebbe tradurre in una politica di investimenti utile a contrastare la fortissima frenata dell'economia a causa del Covid. Ed è questo il terreno su cui il governatore democratico sfida i leader del centrodestra, assai critici su un eventuale utilizzo del fondo.

RANCAN: «BONACCINI BLUFFA SUL NUOVO OSPEDALE PIACENTINO»

La Lega però non lascia passare l’affondo di Stefano Bonaccini sul Mes, argomento sul quale il presidente dell'Emilia-Romagna ha Matteo Rancan-21lanciato un vero e proprio guanto di sfida nei confronti di Matteo Salvini e Giorgia Meloni. «Inutile che il presidente Bonaccini cerchi di convincere i piacentini sui fondi del Mes con la promessa di realizzare, tra l'altro, il nuovo ospedale», obietta il capogruppo in Regione della Lega Matteo Rancan. Del nuovo ospedale «si parla da tempo, tanto che il governatore aveva detto di disporre già dei soldi necessari per realizzarlo, ancor prima che si parlasse del Meccanismo europeo di stabilità. Da qui la domanda: Bonaccini bluffava ieri o sta bluffando adesso?». «Bonaccini - constata Rancan - non ce la fa proprio ad andare oltre alla politica degli annunci fini e dalla propaganda: come può, infatti, benedire il Mes? I miliardi di euro del meccanismo europeo di stabilità non sono gratis, sono un debito che ci lega mani e piedi alle condizioni poste da altri. Chiediamoci, perché altri stati messi peggio di noi lo rifiutano?».

Il capogruppo della Lega aggiunge: «Anche tutto il dibattito sulle condizionalità del Mes lascia il tempo che trova: per cambiare veramente tale strumento occorrerebbe modificare i trattati europei, altrimenti rischiamo di diventare ancora più schiavi dell'Europa». Insomma, per Rancan «è bene che Bonaccini torni coi piedi per terra e pensi a governare bene la Regione, uscita dall'emergenza Covid col doppio dei morti rispetto al Veneto, che, tra l'altro, ha molti più abitanti dell'Emilia-Romagna». 

L’ASSESSORE DONINI: «NUOVO OSPEDALE DI PIACENZA GIA’ FINANZIATO»

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 «Abbiamo più e più volte spiegato, sia io che il presidente Bonaccini, che l'ospedale di Piacenza è già finanziato, quindi non dipende Raffaele Donini-8dall'eventuale arrivo dei fondi del Mes. Abbiamo detto, invece, che se questi fondi dovessero arrivare - come noi auspichiamo - si libererebbero altre risorse da impiegare sul territorio piacentino in ambito sanitario. E questo a Rancan non dovrebbe dispiacere». È la replica dell’assessore regionale alla Salute, Raffaele Donini, alle considerazioni del consigliere regionale della Lega Matteo Rancan. Donini così sembra correggere il tiro, dopo la dichiarazione televisiva di Bonaccini, che aveva inserito anche l’ospedale nuovo di Piacenza tra le opere finanziate dal Mes.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ruba scarpe da 40 euro ma nella mascherina ne ha più di 6mila: nomade denunciata

  • Tenta un sorpasso a velocità folle poi si ribalta e tenta di scappare a piedi: denunciato

  • Nina Zilli porta Guido Meda in giro per la Valtrebbia

  • San Polo, camion di pomodori si ribalta e perde tutto il carico

  • Diventano parenti al matrimonio e poi si picchiano al bar: due feriti e una denuncia

  • Rissa al Tuxedo, parla il gruppo dei campani: «Noi offesi, minacciati e insultati»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento