rotate-mobile
Elezioni europee

«Bonaccini fugge a Bruxelles, pensa solo al tornaconto politico»

Europee, Rancan (Lega): «Gesto irresponsabile nei confronti della Regione». Tagliaferri (Fdi): «Bonaccini prima fa danni e poi se ne va»

«Bonaccini si candida? Buon viaggio, sarà questa l’occasione per governare la Regione e cambiare rotta a cominciare dai guai che ha combinato nella sanità». Così il piacentino Matteo Rancan, capogruppo Lega in consiglio regionale e segretario Lega Emilia, commenta la notizia della candidatura del presidente dell'Emilia-Romagna alle prossime elezioni europee. 
«Con un gesto altamente irresponsabile – aggiunge Rancan - il presidente della Regione Stefano Bonaccini scappa in Europa dove sarà candidato per il Pd. Un gesto che antepone il suo futuro politico personale al bene della nostra regione che lui abbandona a se stessa. Anche per questo, come Lega, siamo pronti a governare la Regione». 

Rancan aggiunge: «In caso di vittoria, Bonaccini dovrebbe lasciare la presidenza della regione ponendo così fine alla legislatura e facendo decadere la giunta regionale. Si tratta di un gesto che guarda più alla poltrona personale di Bonaccini che alla nostra regione. Per il posizionamento politico Bonaccini al bene della nostra regione “scappando in Europa” dato il suo futuro incerto in Italia. Ora tocca a noi, siamo pronti a governare la regione, uniti, guardando davvero il bene dei cittadini e degli emiliani romagnoli stanti le tante carenze che questa giunta ha avuto, in primis sulla gestione della sanità territoriale.

TAGLIAFERRI (FDI): «BONACCINI PRIMA FA DANNI E POI SE NE VA»

«Bonaccini – è il commento anche di Giancarlo Tagliaferri, consigliere regionale di Fratelli d’Italia - ha ufficializzato la sua candidatura alle elezioni europee nella circoscrizione di nordest per il Partito Democratico. Ebbene, dopo aver fatto danni in Emilia-Romagna insieme alla sua squadra di governo regionale (solo per citarne alcuni: buco di bilancio nella sanità, nessuna lotta al dissesto idrogeologico e sonni tranquilli dormiti sul dilagare della peste suina con un intero comparto che rischia davvero grosso), ora pensa al suo futuro e tenta la fuga a Bruxelles. Gli emiliano-romagnoli - traditi dal loro governatore - meritano sicuramente di meglio. Noi siamo pronti».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Bonaccini fugge a Bruxelles, pensa solo al tornaconto politico»

IlPiacenza è in caricamento