Bossi a Piacenza per sostenere le ragioni del “No” al Referendum

Il fondatore della Lega domani in città per lanciare il suo appello contro uno «Stato più centralista che deprederà il Nord». Con lui anche il segretario dell'Emilia Gianluca Vinci

Massimo Polledri e Umberto Bossi

Umberto Bossi, fondatore della Lega Nord, ritorna ancora una volta a Piacenza.  Venerdì 9 settembre alle ore 18.30 in via San Donnino al Bar Centrale si terrà infatti un incontro con la stampa, aperto al pubblico, per illustrare le ragioni del “No” al Referendum Costituzionale.
"C'è chi dice Nord" è il tema dell’incontro, organizzato per sottolineare come – a detta degli organizzatori, tra cui spicca il consigliere comunale Massimo Polledri e il portavoce per le Comunali 2017 Corrado Pozzi - «Il referendum metta in pericolo l'Italia dei cento campanili eliminando quel poco di autonomia che Comuni e Regioni oggi hanno. Uno Stato sempre più centralista che continuerà senza nessun ostacolo a depredare il Nord e le tasche dei cittadini». Ad accompagnare Bossi ci sarà anche il segretario della Lega Nord Emilia Gianluca Vinci. Il "Senatur" parteciperà anche alla pizzata all’amatriciana a favore di Illica - uno dei piccoli centri colpiti dal sisma del 24 agosto - presso l'oratorio di Bosco dei Santi a Mortizza alle 20.30.

Difficile che all’aperitivo “politico” sul Referendum a cui parteciperà Bossi venga registrata anche la presenza della segretaria provinciale del Carroccio. Le due fazioni nelle ultime settimane hanno affilato le armi. Non sono stati ancora chiariti i dissapori tra la segreteria provinciale di Pietro Pisani – che si professa “salviniana” - e quella regionale guidata da Gianluca Vinci, non ortodossa nei confronti del leader della Lega. Nonostante siano stati invitati all’evento, all’interno dei vertici piacentini del Carroccio e nel Movimento dei Giovani Padani, non ci sarebbe l’intenzione di incontrare il “Senatur” ( sebbene sia stato il fondatore e il leader per quasi vent'anni) e – soprattutto – il segretario emiliano Gianluca Vinci, molto vicino a Polledri. Le due "Lega Nord" locali in questo momento stanno giocando due partite diverse per quanto riguarda le Comunali 2017. La segreteria punta ad esprimere un proprio candidato sindaco per Piacenza - in pole il giovane Luca Zandonella -, mentre l'ala bossiana che fa riferimento a Polledri starebbe cercando un'intesa con gli alleati storici del centrodestra, come Forza Italia e Fratelli d'Italia, per arrivare a una sintesi comune sul candidato e sul programma. 

image1-9-12

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

Torna su
IlPiacenza è in caricamento