Botti: «Arrivederci Poma, così non si fa il bene della Municipale»

La partenza del comandante criticata da Botti (Pdl). In consiglio comunale spazio anche per la Giornata contro la violenza sulle donne. Palazzo Olivetti demolito, Foti: «Non l'avevate spiegato al momento dell'asta. Vicenda poco commendevole»

Stefano Poma

La partenza del comandante della polizia municipale Stefano Poma è stato oggetto di polemica. «Arrivederci Poma – ha detto con tono ironico Giovanni Botti del Pdl durante la seduta del 25 novembre -. È arrivato nel maggio 2015 in città e ora se ne va a Reggio Emilia. È il sesto comandante negli ultimi cinque anni, il continuo avvicendamento non fa bene all’organizzazione del corpo. Voglio sapere che riorganizzazione interna ci sarà, e quante assunzioni verranno fatte, visto che l’organico attuale non rispetta gli standard minimi regionali».

Un altro esponente del centrodestra ha criticato l’atteggiamento dell’Amministrazione sulla vendita di uno degli immobili più conosciuti in città. «Ci siamo lasciati – ha tuonato Tommaso Foti (Fratelli d’Italia) - che Palazzo Olivetti veniva venduto. Ora si scopre che verrà anche abbattuto. L’Amministrazione ritiene che questa sia la soluzione più alta e nobile? Sono sempre i soliti noti che possono intervenire a loro piacimento su uno scheletro del genere… Se c’era l’idea di abbatterlo e costruirlo, andava inserita questa volontà nel bando dell’asta». Palazzo Olivetti – si parla di ben 3456 metri quadrati - è stati infatti venduto più di un anno fa alla società milanese “Immobiliare Adriano Srl”, l’unica che si presentò all’asta di aggiudicazione dell’immobile. «Vicenda poco commendevole», ha commentato Foti.

La giornata contro la violenza sulle donne

Marco Colosimo (Piacenza Viva) ha voluto invece ricordare in aula la Giornata contro la violenza sulle donne. «Il 35% delle donne subisce almeno una forma di violenza. In quest’aula qualcuno anni fa negò il problema, è perciò doveroso divulgare la cultura, l’etica del rispetto nei confronti delle donne, tramite momenti di confronto. L’apporto del genere maschile a queste iniziative non deve mancare». «Poniamo sempre molto l’attenzione – ha detto Maria Lucia Girometta (Forza Italia), presidente della commissione delle elette - su un tema poco maschile. Il nostro impegno è importante. Abbiamo chiesto al direttore generale dell’Ausl abbiamo chiesto un percorso privilegiato per le donne vittime di violenza». Anche Sandra Ponzini (Pd) è intervenuta sul tema. «Ci sono difficoltà con le risorse per sostenere i centri che sostengono le vittime di violenze. Si sono ridotte anche le possibilità delle operatrici dei centri della rete. In questa giornata ringrazio i volontari dell’associazione “Telefono Rosa” che accompagnano le donne verso un percorso di autonomia. È un problema devastante che troppo spesso viene banalizzato, come successo con la sfilata di Miss Italia di quest’estate in piazza Cavalli dedicata alla violenza contro le donne». «C’è un problema di cultura – ha sottolineato Lucia Carella (Pd) – bisogna lavorare soprattutto con gli studenti su queste tematiche». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Cade dalle scale di casa e batte la testa, è grave

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • Brugnello, Rivalta, Vigoleno: Valtrebbia e Valdarda grandi protagoniste a "Linea Verde"

  • Solo in Italia e ricoverato in ospedale a Piacenza, i poliziotti delle volanti si prendono cura del suo cane

Torna su
IlPiacenza è in caricamento