Caccia, Foti (Fdi-An) chiede la programmazione delle abilitazioni per conduttore "cane limiere"

Al consigliere risulta non siano ancora stati programmati, relativamente al 2018, esami di abilitazione nel Piacentino: chiede quindi all’esecutivo regionale se il problema riguardi solo la sua provincia o anche altre

È Tommaso Foti di Fratelli d’Italia-An a chiedere, con un’interrogazione rivolta alla Giunta, che gli uffici territoriali del Servizio agricoltura, caccia e pesca prevedano per il 2018 esami di abilitazione per conduttore cane limiere. Per esercitare, spiega il consigliere nell’atto, “la caccia al cinghiale con il metodo della girata (ritenuta una forma di caccia a basso impatto, indicata per i parchi e le zone dove è consigliabile intervenire con un numero limitato di cacciatori) è necessaria la figura del conduttore di cane limiere, come riconosciuta e disciplinata dalla Regione Emilia-Romagna”. Questo metodo di caccia, prosegue il consigliere piacentino, “sarebbe utile per contenere i cinghiali, per ridurre i danni alle coltivazioni agricole e ridurre gli incidenti stradali”. A Foti risulta non siano ancora stati programmati, relativamente al 2018, esami di abilitazione nel piacentino: chiede quindi all’esecutivo regionale se il problema riguardi solo la sua provincia o anche altre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

Torna su
IlPiacenza è in caricamento