Callori: «La Regione srotoli tappeti rossi a chi spende la propria vita per gli altri»

Le parole del candidato per Fratelli d’Italia alle Regionali del 26 gennaio, che in questi giorni di campagna elettorale ha avuto modo di confrontarsi con le tantissime associazioni del territorio

Callori

«Si fa presto a elogiare il volontariato, lo fanno tutti; ma quel che occorre realmente, al di là della retorica, è una Regione che srotoli tappeti rossi a chi si impegna gratuitamente per il bene della collettività e non rappresenti invece un ostacolo, come purtroppo spesso accade». Lo sostiene Fabio Callori, candidato per Fratelli d’Italia alle Regionali del 26 gennaio, che in questi giorni di campagna elettorale ha avuto modo di confrontarsi con le tantissime associazioni del territorio impegnate nei settori più disparati approfondendo temi che già aveva affrontato più volte durante i tanti anni da pubblico amministratore. «Queste realtà sono una specie di prolungamento dello Stato – dice – e come tale dovrebbero essere considerate, naturalmente nel rispetto delle regole». E prosegue: «Troppo spesso invece i volontari si trovano a dover affrontare iter burocratici complicatissimi, lunghi e a volte onerosi per poter prestare i loro servizi. Quel che faremo quando guideremo la Regione Emilia-Romagna è semplificare l’esistenza di chi si spende per gli altri togliendo tempo alla propria vita privata». 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Mio marito è stato un dono per la mia vita»

  • Provincia in lutto, se ne è andata Roberta Solari

  • Covid-19, a Piacenza continuano a calare decessi e contagi

  • Contagi in drastico calo a Piacenza: il 7 aprile 17, ieri erano 44

  • Coronavirus e decessi, i numeri non tornano: se le vittime fossero molte di più?

  • Coronavirus, contagiati anche venti minori piacentini

Torna su
IlPiacenza è in caricamento