Calza: «Bonaccini ha promesso il trasporto scolastico gratuito per i ragazzi dai 6 ai 19 anni»

Il sindaco di Gragnano difende le intenzioni della Regione nei confronti del nostro territorio: «L’incontro con il presidente è stato più di un segnale di attenzione». Critiche alla Regione anche dalla Lega

Patrizia Calza

«Non so se qualche sindaco sia stato deluso. Certamente non quelli che hanno parlato. E chi non l'ha fatto ha perso un'occasione». Così Patrizia Calza, sindaco di Gragnano, risponde al comunicato di Forza Italia, che ha contestato il presidente della Regione Stefano Bonaccini, reduce da un incontro in Provincia con Patrizia Barbieri e Lucia Fontana, collegato in video conferenza con tutti i sindaci del territorio. «Mi auguro che gli incontri con il presidente della Regione e /o con gli assessori regionali – scrive Calza - favoriti anche dall'utilizzo della modalità da remoto, siano sempre più frequenti. L'incontro di ieri in Provincia, non solo è stato un segnale di attenzione alla nostra comunità ma è stato anche utile per capire come intende muoversi la Regione e su quali direttrici e per confrontarci sui criteri d'azione, per impostare un lavoro comune che ci vedrà impegnati, istituzioni locali e Regione, nei prossimi anni».

Calza espone la sua riflessione sul confronto con Bonaccini. «Ho condiviso la necessità di investire in opere pubbliche strategiche sovracomunali purché con un progetto ben chiaro e condiviso. Ho sostenuto l'importanza degli investimenti in piccole opere quale volano dell'economia locale (il nostro comune ha già fatto pervenire alla Provincia , che fungerà da intermediario, i nostri progetti)». «Ho rilevato l'importanza dei piccoli comuni anche alla luce di quello che sarà il futuro post Covid ( ritorno alla residenza nei paesi piccoli, nella campagna, nella collina). Sono necessari investimenti nell'edilizia scolastica e nella mobilità sostenibile (le varie ciclabili debbono essere collegate tra di loro per essere un'alternativa valida all'utilizzo dei mezzi) e nei servizi. A questo proposito il presidente ha dichiarato che il trasporto scolastico da settembre sarà gratuito per i ragazzi dai 6 ai 19 anni...deluso? E sarebbe bello tagliare l'Irap anche alle attività economiche presenti nelle piccole frazioni per il ruolo sociale che svolgono...».

«Ho posto al centro gli investimenti in sanità (ospedale Piacenza, ospedali di periferia ma anche medicina del territorio auspicando un incontro ad hoc). Ho chiesto aiuto per la Tari su utenze non domestiche. Ho parlato di legge urbanistica: della necessità di prorogare i termini per la conclusione degli accordi bonari tra comune e privati e della necessità di un finanziamento a favore della Provincia perché questa possa costituire un Ufficio di Piano al servizio dei piccoli comuni che ne faranno richiesta ( consentirebbe di risparmiare somme ingenti). Il presidente ha ascoltato, ha annunciato già interventi importanti, si è riservato di prendere ulteriori decisioni sulla base dei suggerimenti ascoltati, ha dichiarato l'arrivo di risorse già con la variazione di bilancio di luglio. La Regione non è un Bancomat, così come non lo è un Comune. Soprattutto il Covid si è abbattuto su tutti e anche su tutti i bilanci anche regionali. Si tratta di far politica: quella bella. Confrontarsi, discutere, decidere sulla base del possibile».

RANCAN E STRAGLIATI (LEGA E-R): “I SINDACI ASPETTANO DA BONACCINI RISPOSTE, NON PAROLE”

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Il presidente Bonaccini dice che Piacenza, la più colpita città della nostra Regione dal Coronavirus, è il suo primo pensiero la mattina quando si sveglia, ma noi ci siamo sentiti abbandonati durante l’emergenza”. A dirlo il capogruppo della Lega in consiglio regionale, Matteo Rancan, e la consigliera Valentina Stragliati, entrambi piacentini. “Bonaccini – attaccano i due consiglieri del Carroccio  - è venuto a Piacenza senza portare un soldo, ma i sindaci di questa provincia hanno bisogno di risposte e non di parole. Abbiamo bisogno di fondi per far ripartire il territorio e recuperare il tempo perduto durante il quale abbiamo fronteggiato da soli l’emergenza”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esce di strada e si ribalta in un campo, muore a 32 anni

  • Ruba scarpe da 40 euro ma nella mascherina ne ha più di 6mila: nomade denunciata

  • Nina Zilli porta Guido Meda in giro per la Valtrebbia

  • Cavo nel bosco ad altezza gola, ciclista piacentino salvo per miracolo

  • Invia le foto del tradimento alla moglie dell'amante della sua compagna, prima condanna per revenge porn a Piacenza

  • «Ho ucciso Leonardo, ma l’ho fatto per difendermi. Chiedo scusa alla famiglia»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento