Calza: «Fondamentale la tangenziale ovest fino a Rottofreno»

Il sindaco di Gragnano e consigliere provinciale interviene sul Patto per il lavoro e sul clima della Regione: «Comuni da coinvolgere insieme alla Provincia». Poi l’invito a concentrarsi sull’opera di adduzione all’A21

Patrizia Calza

«In Emilia-Romagna si è concluso recentemente, caso unico in Italia, il "nuovo patto per il lavoro e il clima". Prima di tutto voglio complimentarmi con il presidente Bonaccini – rileva Patrizia Calza, sindaco di Gragnano e consigliera provinciale - che ancora una volta dimostra lungimiranza e competenza e  il ruolo trainante della nostra regione. Ma soprattutto osservo che questo patto può essere considerato come la cassaforte degli obiettivi strategici e dei progetti strategici che la Regione Emilia-Romagna deve condividere con i territori. Sanità, mobilità sostenibile, lavoro, sviluppo economico sono solo alcuni dei temi che dovranno essere affrontati nel prossimo futuro. Credo che su queste finalità e su questi progetti debba essere fatto il punto anche a livello locale, le diverse istituzioni devono essere coinvolte ed essere sentiti anche i comuni. Personalmente sono molto interessata ad alcuni temi come quelli delle aree dismesse, della rigenerazione urbana, delle ciclabili (nel patto si parla di mille chilometri...)».

«Un ruolo importante – prosegue Calza - dovrà essere svolto sicuramente dalla città di Piacenza, ma credo che al centro debba esserci tutto il territorio Piacentino. Invito quindi la presidente, non appena sarà possibile, di convocare qui a Piacenza un approfondimento su questo tema anche con la presenza della Regione. Ricordo inoltre che recentemente è stato data notizia che il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha comunicato a Astm l'aggiudicazione definitiva della gara di concessione di varie tratte autostradali compresa la A21 Torino-Piacenza. Leggo che è pendente davanti al Tar del Lazio un giudizio per l'esclusione in sede di prequalifica. Tuttavia ricordo il sollecito della Ministro delle Infrastrutture Paola De Micheli che, in occasione della inaugurazione della tangenziale di San Polo-San Giorgi, invitando a condividere con il territorio due o tre opere fondamentali sulla quale la stessa si sarebbe impegnata al massimo. Credo che sarebbe opportuno farci sentire e rispondere a questo appello della ministra in tempi brevi al fine di verificare se davvero potesse essere possibile l'affidamento della realizzazione dell'opera della tangenziale ovest a Rottofreno alla concessionaria come opera di adduzione alla rete autostradale».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • Brugnello, Rivalta, Vigoleno: Valtrebbia e Valdarda grandi protagoniste a "Linea Verde"

  • Solo in Italia e ricoverato in ospedale a Piacenza, i poliziotti delle volanti si prendono cura del suo cane

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

Torna su
IlPiacenza è in caricamento