Caorso, Battaglia si ricandida: «Convinta dagli ultimi fatti accaduti e dalla vicinanza dei cittadini»

Gli «apprezzamenti dell’operato dell’Amministrazione» hanno portato Battaglia a decidere definitivamente sulla candidatura. «Tanti lavori e progetti ancora aperti, ora raccogliamo le nuove idee»

Roberta Battaglia

Il mandato «di grande soddisfazione» che sta per concludersi, gli «apprezzamenti dell’operato dell’Amministrazione da parte dei cittadini», hanno convinto il sindaco di Caorso Roberta Battaglia, 52 anni, a ricandidarsi per il prossimo quinquennio. Ci aveva già pensato da un po’ di tempo ma «gli ultimi fatti accaduti sul territorio (gli arresti nel campo nomadinda) e la solidarietà ricevuta sia in privato che pubblicamente», hanno portato Battaglia a decidere definitivamente sulla candidatura. Nel 2014 aveva vinto con 40,25 per cento dei voti (1.098) con la lista “Per Caorso” su altre quattro cabdidati: Claudio Bonfanti (29,40 per cento), Fabrizio Passera (18,07 per cento), Mauro Baroncini (8,61), Elena Ghioni (3,67). «Abbiamo ancora alcuni punti da portare a termine e sui quali stiamo lavorando – ha spiegato -. Tra questi il completamento del centro sportivo che i caorsani aspettano da più di trent’anni e la palestra delle scuole, l’asfaltatura delle strade». E ancora: «abbiamo anche alcuni bandi aperti, verranno raddoppiati i cimiteri e porteremo a termine progetti nel settore educativo e in particolare con le scuole».

Alcune idee o richieste che le sono pervenute in questi mesi e che potrebbero essere inserite nel vostro programma?

«Continueremo ad investire sulla sicurezza come abbiamo sempre fatto sin dal nostro insediamento, abbiamo già messo a bilancio l’acquisto e l’attivazione di nuove telecamere sul territorio comunale, oltre ad interventi sull’illuminazione pubblica. Abbiamo puntato, e vorremmo fosse così anche per i prossimi anni, sugli impianti sportivi: è già pronto il progetto dei nuovi spogliatoi per i campi da calcio».

Come sono stati questi cinque anni?

«Sono stati cinque anni molto ricchi dal punto di vista personale, non nascondo alcuni momenti di preoccupazione ma ne è valsa la pena: rifarei tutto quanto, ovviamente con il supporto e le correzioni degli altri Amministratori: gli errori possono esserci ed è da quelli che si impara».

Ci saranno riconferme nella nuova squadra? Il vicesindaco Fabio Callori?

«Sulla squadra avremo qualche certezza verso aprile con l’apertura della campagna elettorale».

Cosa vuole dire a chi l’ha sostenuta e a chi ha lavorato con lei?

«Si lavora in base ai bisogni effettivi e abbiamo messo mano su opere di una certa complessità, quindi un “grazie” va a tutta l’Amministrazione e agli uffici comunali. Durante il mandato si programma ma si cambiano i progetti e le idee in base alle urgenze del territorio. Ci siamo quindi attivati per dare risposte concrete e questo ha richiesto una certa flessibilità che al di fuori purtroppo non viene capita».

"CAORSO CON BATTAGLIA SINDACO" simbolo caorso 2019-2

Agosti Michela, 21 anni

Antozzi Mattia, 27

Bianchi Lorenzo, 36

Bongiorni Luigi, 40

Botti Sara, 52

Casella Michele, 28

Gandolfi Stefano, 73

Lisè Chiara, 19

Negri Pamela, 42

Rossi Giuliano, 67

Schiavi Michele, 20

Trabucchi Carla, 50

Potrebbe interessarti

  • Ricette piacentine: i pisarei e fasò

  • Perino e la curiosa storia della località "Due Bandiere"

  • Drink insoliti: che cos’è il bubble tea?

  • Piscine interrate: i costi e i tempi per averne una nel proprio giardino

I più letti della settimana

  • Gianpaolo Bertuzzi muore nel suo camper in fiamme

  • La Polizia Stradale fa un controllo sull’A21 Piacenza-Cremona e spunta David Hasselhoff

  • Invade la corsia opposta, si schianta contro due auto e rimane incastrato: è gravissimo

  • Prende a martellate la moglie, poi si accoltella al cuore: muore ex macellaio di Piacenza

  • Autopsia e test del Dna, indagini sulla morte di Gianpaolo Bertuzzi

  • Perde il controllo dell'auto e si ribalta nel campo, è gravissimo

Torna su
IlPiacenza è in caricamento