Politica

Caorso, il sindaco: «Il corso di cucina per profughi è un'iniziativa della Caritas»

Roberta Battaglia: «Continueremo ad opporci alle politiche di invasione di questo governo»

Caorso

Il sindaco di Caorso Roberta Battaglia in relazione alla presenza di due ivoriani a un corso di cucina alla Casa dell’amicizia sottoliena: «Il Comune di Caorso non ha organizzato alcun corso di cucina per "profughi". Due immigrati, ospitati a Piacenza, circa due mesi fa hanno preso parte a una lezione alla Casa dell’amicizia per iniziativa della Caritas. La giunta comunale ribadisce l’assoluta estraneità all’iniziativa e conferma la propria indisponibilità all’accoglienza forzata di stranieri. Per noi la priorità assoluta sono e rimangono i caorsani».  
Battaglia torna ad affermare la propria «Netta e ferma contrarietà all’accoglienza di immigrati. Continueremo a opporci alle politiche di invasione di questo governo. Per quanto ci riguarda accoglienza, opportunità e corsi di formazione o di avviamento professionale sono rivolti solo ed esclusivamente ai caorsani e ai nostri residenti storici».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caorso, il sindaco: «Il corso di cucina per profughi è un'iniziativa della Caritas»

IlPiacenza è in caricamento