menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Lorella Cappucciati

Lorella Cappucciati

Cappucciati: «Gli operatori sanitari devono ancora ricevere gli straordinari»

La consigliera leghista a Donini e Baldino: «Molti professionisti sottratti in questa fase da regioni più in difficoltà. Ritardi nella comunicazione dell’esito dei tamponi»

«Si sente parlare poco del capitale umano, anche oggi non si è dedicata attenzione a questo tema». Lorella Cappucciati, consigliera leghista in Consiglio comunale, ha sollevato una questione durante la seduta odierna a Palazzo Gotico, che ha visto la partecipazione del direttore generale Ausl Luca Baldino e dell’assessore regionale alla sanità Raffaele Donini. «Bisogna ancora pagare gli straordinari – ha fatto notare Cappucciati - effettuati dagli operatori sanitari piacentini durante la pandemia. Basta chiamarci “eroi”, i sanitari sono stanchi di questo. Intanto mentre stiamo di nuovo lottando contro il Covid-19, ci vengono sottratti dalle regioni messe peggio di noi alcuni professionisti e infermieri». «Non è vero che non abbiamo mai valorizzato il capitale umano – ha replicato l’assessore regionale Donini -. Il fatto è che non lo valorizzeremo mai abbastanza per quello che hanno fatto. Il nostro bonus è stato l’unico in Italia erogato al personale sanitario da parte delle regioni».

Cappucciati, che di professione è infermiere proprio nell’Ausl piacentina, ha evidenziato altri problemi. «Pensavo che la Regione fissasse l’obbligatorietà del vaccino anti-influenzale per i sanitari, invece non è così. Molti si sono rifiutati, così gli altri colleghi non lavorano in sicurezza».

Da qualche giorno l’Ausl effettua i tamponi ai piacentini nell’area dell’ente fieristico di Piacenza Expo, a Le Mose. «Per i tamponi non ci sono ritardi all’ente fiere – riflette la consigliera leghista - ma sono lunghi i tempi per la comunicazione dei referti. Molti attendono il risultato per tornare a lavorare e questo non arriva». Infine, ancora un’altra considerazione. «In questi mesi potevamo formare medici e infermieri del territorio sull’utilizzo degli ecografi, sgravando così le Usca di un po’ di lavoro». 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Paga per sbloccare il pacco": attenzione alla nuova truffa via sms

Attualità

Inps: «Nuovo tentativo di truffa tramite e-mail»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento