Cartelloni pubblicitari, serve individuare quelli abusivi: tavolo oggi in Consiglio

Censiti i cartelloni pubblicitari “piantati” sulle provinciali piacentine: sono 484, 786 se si considerano anche quelli installati nelle aree private. Venerdì seduta di commissione per modificare il regolamento della pubblicità stradale. Oggi se ne parlerà in Consiglio provinciale

Censiti i cartelloni pubblicitari installati sulle provinciali piacentine: sono 484, 786 se si contano anche quelli che ricadono nelle aree private. Un numero considerevole, che adesso bisognerà analizzare alla ricerca dei tabelloni abusivi. Della faccenda si occuperà AICAP, l'organismo che raccoglie le aziende italiane cartelli e arredi pubblicitari, in un tempo massimo di 14 mesi. Come contropartita, nella seduta della commissione provinciale Infrastrutture e viabilità di venerdì scorso, AICAP ha chiesto che venga posticipata la rimozione delle strutture che reggono gli avvisi pubblicitari e turistici. Via tutto entro il 31 dicembre 2009, secondo la scadenza prevista dal regolamento per la disciplina della pubblicità stradale sulle strade provinciali. Ma l'AICAP ha ottenuto uno slittamento di 12 mesi, motivato dalle difficoltà che, l'obbligo di rimuovere cartelli già alla fine di quest'anno, creerebbe ad aziende già provate dalla crisi in corso. La proposta di modifica del regolamento sarà discussa e votata dal Consiglio provinciale nella seduta di oggi.
  Cartelloni confusionari distraggono alla guida e possono provocare incidenti  

Secondo gli ultimi dati sugli incidenti stradali elaborati da Istat e Aci, il 90% dei sinistri è causato dalla distrazione. Cartelloni pubblicitari “cattura attenzione”, cartelli vecchi e segnaletica poco ordinata, creano confusione e possono portare a incidenti. Non solo, sembra che chi fuma provochi il 50% in più di sinistri rispetto agli altri conducenti e anche parlare al cellulare è controproducente perchè dimezza i tempi di reazione. In Europa, si potrebbe evitare almeno il 30% degli incidenti mortali “se ciascun Paese investisse nell’innalzamento di questi standard, programmando anche la revisione della segnaletica in modo da sostituire i cartelli più vecchi e rimuovere quelli che arrecano confusione”. Lo ha rilevato nei giorni scorsi il presidente dell'Automobile Club d'Italia, Enrico Gelpi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Muore a 29 anni travolto da un furgone pirata

  • Un 28enne di Cadeo la vittima del tragico incidente a San Giorgio. E' caccia al furgone bianco

  • Frontale a Castellarquato: muore un uomo, altre due persone sono gravissime

  • Scontro Cavanna-Burioni sull’utilizzo della idrossiclorichina per combattere il Covid

  • Frontale lungo la Provinciale, muore in auto di fianco alla moglie

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento