Martedì, 16 Luglio 2024
L'intervento

Casa, Murelli (Lega): «Salvini chiede sanatoria, non condono»

La senatrice del Carroccio: «Si riferiva solo alle pratiche comunali che presentano piccole irregolarità architettoniche, urbanistiche ed edilizie»

«Le chiacchiere di certa sinistra come sempre stanno a zero: anche oggi assistiamo a un'altra alterazione dei fatti finalizzata alla solita sterile polemica. Il vicepremier Matteo Salvini non ha mai parlato, durante il suo intervento a Piacenza, di case abusive, ma di sanare solo pratiche comunali che presentano piccole irregolarità architettoniche, urbanistiche ed edilizie. La parola condono non è mai stata usata dal ministro». Così in una nota la senatrice della Lega Elena Murelli, commentando le parole del vicepresidente del Consiglio, che oggi ha preso parte al convegno di Confedilizia a Piacenza. «Salvini ha, inoltre, rincuorato i proprietari di immobili perché ha spiegato che ha sempre ritenuto la proprietà privata e la casa come sacre. Invece di strumentalizzare ogni cosa, ci piacerebbe che l'opposizione ogni tanto pensasse anche agli interessi degli italiani».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casa, Murelli (Lega): «Salvini chiede sanatoria, non condono»
IlPiacenza è in caricamento