menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Centrodestra piacentino in piazza a Bologna: "Uniti si vince"

Messi da parte gli antichi rancori: anche gli esponenti piacentini presenti in piazza invocano l'unità tra Forza Italia, Lega Nord e Fratelli d'Italia

Prove tecniche di riunione e riappacificazione nel centrodestra piacentino. A Bologna, alla manifestazione organizzata dalla Lega Nord in piazza Maggiore, erano presenti i vertici e la base del Carroccio, di Forza Italia e di Fratelli d'Italia. E proprio questi due partiti, per voce di Jonathan Papamarenghi e Tommaso Foti, spingono per l'unità locale del centrodestra classico, in vista delle Amministrative di Fiorenzuola, Borgonovo e Rottofreno dell'anno prossimo e del comune di Piacenza nel 2017. 

Presente alla manifestazione di Bologna anche una folta delegazione di Fratelli d'Italia Piacenza. I dirigenti locali sottolineano come "la positiva esperienza di questa domenica, che ha visto in campo il fronte anti-Renzi al suo completo, debba essere replicata anche su tutti i territori. L'appuntamento delle elezioni amministrative dell'anno prossimo, può essere affrontato e vinto se si avrà la profondità strategica di superare le divisioni tattiche, forti di una identità comune più che ventennale. Capito questo, il centrodestra potrà sbaragliare con facilità i cloni incapaci che rappresentano Matteo Renzi anche nei territori". Erano presenti anche i consiglieri di Piacenza e Fiorenzuola Massimiliano Morganti, Tommaso Foti, Paolo Tiribinto ed Erika Opizzi. 

Forza Italia Piacenza ha partecipato con un'ottantina di attivisti giunti a Bologna con mezzi propri e col pullman organizzato dalla Segreteria Provinciale. Al gruppo piacentino, accolto dal coordinatore regionale Massimo Palmizio, si è unita la delegazione della Provincia di Parma con il Vice Coordinatore Callori. Numericamente importante anche la rappresentanza del "Club Forza Silvio Città di Piacenza" guidata dal presidente Mauro Saccardi. "Il centrodestra unito - fa sapere il coordinatore provinciale Jonathan Papamarenghi - a livelli nazionale come già positivamente sperimentato nei nostri territori e nelle nostre Amministrazioni, con la sua concretezza, vicinanza alla gente e visione propositiva, ha i numeri per vincere e per amministrare al meglio. Non possiamo più permetterci di lasciare al governo del Paese un centrosinistra miope, arrogante ed escluso dalla scena internazionale come quello che sta governando l'Italia oggi. Uniti si vince; unito il centrodestra ridarà speranza, crescita e sicurezza al nostro paese ed ai nostri territori". "Ho partecipato,- dichiara il consigliere provinciale Gloria Zanardi (Fi) - a Bologna, alla manifestazione di centro destra “Liberiamoci e Ripartiamo” e sono molto soddisfatta di avere preso parte ad un evento che può effettivamente rappresentare una svolta per la mia parte politica, un nuovo punto di partenza. Ho condiviso la giornata con un gruppo di giovani di Forza Italia provenienti da tutta l'Emilia Romagna e con loro ho riscoperto quell'entusiasmo che da molto tempo mancava nel partito. Il presidente Silvio Berlusconi, che ho avuto la fortuna di seguire dalla prima fila davanti al palco, con il suo intervento, ha dimostrato, ancora una volta, di essere un leader carismatico e di avere ben chiaro il quadro delle azioni concrete da perpetrare per il bene dell'Italia. La “stretta di mano” tra Berlusconi, Salvini e Meloni ha segnato l'inizio di un'alleanza che, se portata avanti con condivisione di intenti e determinazione, condurrà al successo del centro destra e al cambiamento per il nostro paese, una svolta reale, di fatti e non di sole parole come quelle dell'attuale premier Renzi. Non nascondo che il percorso per trovare, tra le varie forze politiche coinvolte, sui singoli temi, il punto di incontro, sarà complesso; tuttavia, credo anche che con un collaborativo lavoro di squadra, prima all'interno dei singoli partiti – troppo spesso teatro di scontri improduttivi – e poi con gli alleati, si possa arrivare alla definizione di un programma credibile ed efficace che possa essere condiviso da tutti, dove possano incontrarsi anche visioni e posizioni sino ad ora apparentemente lontane. Ritengo che, da oggi, si debba lavorare anche sui territori, in vista delle prossime amministrative, all'insegna dell'unità; la politica deve essere inclusiva". 

foto-16-27

IMG_0059-2

IMG_0210-2

image2-6

IMG_9933-2

IMG_9938-2

image1-8

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Nuovo Decreto, oggi verrà definito il colore dell'Emilia-Romagna

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    In futuro vaccinazioni anche a Bobbio e a Bettola

  • Cronaca

    Case di riposo, quaranta ospiti in tutto il Piacentino rifiutano il vaccino

  • Cronaca

    Covid-19: nel Piacentino 77 nuovi casi e sette decessi

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Case di riposo, quaranta ospiti in tutto il Piacentino rifiutano il vaccino

  • Cronaca

    In futuro vaccinazioni anche a Bobbio e a Bettola

Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento