rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Politica

Chiesa: «Mi fa ribrezzo la spettacolarizzazione estrema della giustizia»

La riflessione del sindaco di Pontedellolio: «I capi di accusa non possono tramutarsi in certezze granitiche e assodate»

Pubblichiamo la riflessione del sindaco di Pontedellolio, Alessandro Chiesa, in merito alla maxi inchiesta della Procura di Piacenza che ha coinvolto imprenditori, sindaci, amministratori, tecnici e dirigenti degli enti pubblici.

«A mente un po' più fredda rispetto ai fatti della scorsa settimana, lascio una riflessione personale sull'argomento in voga. Sapere dell'arresto di colleghi amministratori è stato un fulmine a ciel sereno. Non posso dire di conoscere i diretti interessati, essendoci scambiati in questi anni poco più di qualche messaggio o battuta nei momenti di ritrovo allargati, ragion per cui è impossibile fare un commento delle persone. Conosco però la passione e la dedizione alla causa che ogni Sindaco come me in questa provincia e in tutta la nazione mette al servizio della propria comunità. Questo mi basta».

«Tuttavia, chi sbaglia è giusto che paghi, così come chi si fa corrompere o distorce la funzione pubblica in favore di interessi privati. Starà ad un giusto processo stabilirlo. È in ogni caso questa spettacolarizzazione estrema della giustizia a farmi il maggiore ribrezzo e a suscitarmi un sincero disgusto. Un gettare persone, e le loro famiglie a ruota, nel pubblico ludibrio allo stato addirittura delle indagini e degli avvisi di garanzia, nonostante una presunzione di innocenza costituzionale che fissa la colpevolezza solo alla sentenza definitiva, con capi di accusa che dopo essere stati comunicati alla stampa intera si tramutano in certezze granitiche e assodate in barba completa di qualsiasi principio alla base dello stato di diritto».

«Questo oltre al non richiesto giudizio morale sul presunto "sistema Piacenza", manco fossimo Lagos o Rio de Janeiro, in cui decisamente non pensiamo di essere e sul quale il Sindaco della città ha già avuto modo di replicare adeguatamente tempo addietro. Ricordiamoci tutti che, anche nelle piccole cose e senza che vi sia dolo, quanto accaduto può capitare a chiunque di noi. E, nel caso si risulti magari innocenti dopo anni, fa molto male».

Alessandro Chiesa, sindaco di Pontedellolio

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiesa: «Mi fa ribrezzo la spettacolarizzazione estrema della giustizia»

IlPiacenza è in caricamento