Chiusura del centro tabacchi, Foti al ministro: «Garantire le forniture agli operatori»

Il parlamentare Tommaso Foti di Fratelli d’Italia ha infatti rivolto, negli scorsi giorni, un'interrogazione al Ministro della Economia e delle Finanze

Tommaso Foti

Il 20 aprile scorso, tra le proteste di operatori ed associazioni di categoria, è stato chiuso il centro di rifornimento dei tabacchi di via Passerini. La decisione, presa dall’azienda gestrice Logistica Italia Spa, non è stata preceduta da idonee valutazioni degli effetti negativi che si manifesteranno sull'organizzazione del servizio. La decisione che si ripercuote su 511 attività di rivendita dei tabacchi, non soltanto del piacentino ma anche delle province limitrofe, non è rimasta inosservata. L’on. Tommaso Foti di Fratelli d’Italia ha infatti rivolto, negli scorsi giorni, un'interrogazione al Ministro della Economia e delle Finanze. «La decisione assunta da Logistica appare del tutto illogica, sia per il numero di rivenditori forniti dal deposito di via Passerini, sia per la strategica posizione dello stesso rispetto ai territori a noi vicini». Foti ha quindi specificatamente richiesto di sapere dal Ministro dell’Economia: «Se risulti che Logistica intenda comunque riaprire (a breve) in zona un altro deposito – se non nella città di Piacenza almeno nelle vicinanze – e, in ogni caso, se intenda assumere ogni iniziativa di competenza per garantire agli operatori interessati il trasporto del tabacco a prezzi di favore».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolta da un’auto dopo lo schianto contro il guard rail, Valentina muore a 22 anni

  • Tragico schianto in A21, muore giovane piacentina

  • Autobus fuori strada si schianta contro il guard rail

  • Tir si schianta contro una casa

  • Elezioni Regionali, ecco il fac simile della scheda elettorale

  • Schianto sul rettilineo della via Emilia

Torna su
IlPiacenza è in caricamento